Naviglio, sarà collocata ad est la cassa d'espansione

Il costo dei lavori sarà di 4 milioni e 300mila euro: costo inferiore a quanto previsto nel progetto del lato ovest. Aiello: "Questa collocazione è condivisa da Ufficio Tecnico, Spip e Consorzio di Bonifica".

La cassa d'espansione numero 2 del Canale Naviglio sarà realizzata sul lato Est; soppesati i pro e i contro delle due possibili collocazioni ha infine deciso così l'assessorato ai Lavori Pubblici, come annunciato dall'assessore Giorgio Aiello alla commissione competente nella seduta del 17 settembre. Aiello ha infatti dichiarato che "l'assessorato ha effettuato le verifiche necessarie ed ha valutato che sia preferibile la collocazione sul lato Est. Il costo complessivo è di circa 4.300.000, e dunque costerà meno rispetto all'alternativa del lato Ovest, che tra l'altro avrebbe comportato problemi e contenuto meno acqua. Le aziende a monte della cassa d'espansione parteciperanno pro quota alla spesa. La linea elettrica sarà spostata".

Ablondi di Rifondazione e Iotti del Partito Democratico avrebbero preferito la collocazione ad Ovest, ritenendo erroneo il calcolo dei costi; l'assessore ai Lavori Pubblici ha risposto che la collocazione ad Est è condivisa dall'Ufficio Tecnico, dalla SPIP e dal Consorzio di Bonifica. La delibera dovrebbe essere approvata in consiglio venerdì 24.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La parmigiana Erica Talco torna a 'Uomini e donne'

  • Tragedia a Varano: 39enne muore schiacchiato dalla ruspa che stava conducendo

  • Annaffia i fiori e l'acqua finisce sul balcone di sotto: 53enne aggredisce il vicino con un grosso machete

  • Week end tra sagre, musica e cultura: tutti gli eventi

  • Bomba d'acqua a Parma e provincia: rami caduti, allagamenti e disagi al traffico

  • Baccanelli: bimbo nasce in auto nella notte

Torna su
ParmaToday è in caricamento