Felino, il nido La Rondine si rifà il look: ma priorità alla sicurezza

Il nido ospita 78 bambini di Felino e Sala Baganza. Il sindaco, Barbara Lori: "E’ fondamentale assicurare ai bambini, e alle loro famiglie, il giusto confort e la necessaria sicurezza"

Il nido La Rondine

Il nido intercomunale La Rondine di Felino ha riaperto il 5 Settembre sfoggiando un nuovo look. Per il rinnovamento di aule e aree di servizio dell’asilo non sono stati realizzati solo interventi di tipo estetico ma soprattutto lavori di messa in sicurezza. Le opere di miglioramento e di adeguamento antincendio della struttura situata in via Togliatti sono state coordinate dall’Ufficio Tecnico Comunale sotto l’indirizzo dell’Assessorato ai Lavori pubblici e dei Servizi educativi del Comune di Felino.

Il nido “La Rondine”, realizzato negli anni ‘80, ospita 78 bambini, residenti a Felino e a Sala Baganza mentre, nell’edificio collegato ha sede la scuola dell’infanzia di Felino che ospita 6 sezioni. Il nido intercomunale “La Rondine”  è attivo da settembre a luglio. Inoltre, nello stesso edificio trova sede anche il centro giochi “Mille Colori” che realizza attività per genitori e bambini.

Proprio per le diverse funzioni che rivestono, i nidi e le scuole dell’infanzia rappresentano per l’Amministrazione comunale di Felino una priorità.
"E’ fondamentale assicurare ai bambini, e alle loro famiglie, il giusto confort e la necessaria sicurezza e per questo ci impegniamo a rispondere alle esigenze di manutenzione e miglioramento delle strutture comunali. Per quanto riguarda l’asilo nido, le opere recentemente realizzate ammontano a un valore di circa 30mila euro (Iva esclusa), un investimento sicuramente cospicuo che ha però consentito di accogliere i bambini in un ambiente rinnovato e confortevole. Per quanto riguarda i lavori all’area della scuola dell’infanzia, la spesa complessiva è stata invece pari a 10mila euro (Iva esclusa)", spiega il sindaco Barbara Lori.

Sulla natura delle opere interviene invece l’assessore ai Lavori pubblici Maurizio Bertani: "Nella parte del nido, abbiamo lavorato soprattutto per migliorare le condizioni di sicurezza e le qualità estetiche di alcune aree, come l’atrio e la sezione lattanti, che contano complessivamente 120 metri di superficie. Qui le opere di manutenzione straordinaria hanno interessato il rifacimento del sottofondo e la posa di una nuova pavimentazione in pvc, che ha sostituito quella originale, ormai danneggiata da rigonfiamenti e cavillature. A completamento dei lavori sono state inoltre tinteggiate le pareti dell’atrio e completamente smontato e rinnovato il “giocone” collocato nell’atrio principale, da sempre molto amato e utilizzato dai bimbi". L’ altra parte di lavori riguarda invece l’adeguamento alla normativa antincendio dell’area del fabbricato adibito ai servizi della scuola dell’infanzia.

Sempre l’Assessore Bertani descrive i principali lavori effettuati: "E' stato realizzato un filtro antifumo tra la zona cucina e gli ambienti scolastici, le pareti del corridoio sono state rivestite da cartongesso REI 120 con caratteristiche antincendio e la trave collaborante in ferro posta lungo il corridoio di ingresso della scuola dell’infanzia è stata riverniciata con prodotti intumescenti. Sempre per migliorare le prestazioni antincendio dei locali, sono stati applicate nuove porte antincendio e sono stati sostituiti alcuni infissi e serramenti. Infine, sono stati aggiunti due nuovi idranti e sono state modificate le vie di esodo, secondo le prescrizioni di legge".
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragico scontro frontale tra auto e furgone a Parola: muore un 37enne

  • Choc a Langhirano: 59enne muore travolta da un'auto mentre va a prendere la corriera

  • Bollino antifascista, Pizzarotti sul ricorso al Tar: "Proponetelo tutti per un'Italia antifascista"

  • Muore bimbo di 18 mesi: madre accusata di omicidio preterintenzionale

  • Choc in centro: "I ragazzini delle baby gang si lanciano sotto ai bus in marcia"

  • Maltempo, perturbazione in arrivo: da giovedì neve a Parma

Torna su
ParmaToday è in caricamento