'I nostri balconi per Nino di Matteo': Parma sostiene il magistrato antimafia

In tutta Italia dal 24 febbraio ad oltranza è nata su Facebook da semplici cittadini l'iniziativa "I nostri balconi per Nino Di Matteo". E' un gesto semplicissimo, basta appendere dal balcone di casa uno striscione, (un cartello, un lenzuolo, o ciò che ognuno vuole o può ...) a sostegno di Nino Di Matteo

In tutta Italia dal 24 febbraio ad oltranza è nata su Facebook da semplici cittadini l'iniziativa "I nostri balconi per Nino Di Matteo". E' un gesto semplicissimo, basta appendere dal balcone di casa uno striscione, (un cartello, un lenzuolo, o ciò che ognuno vuole o può ...) a sostegno di Nino Di Matteo, di tutto il pool di Palermo e di tutti i magistrati minacciati dalla mafia e dai poteri criminali. Stanno arrivando foto da tutta Italia, spero sarete in tanti ad unirvi a questo grido, con il semplice gesto di uno striscione dal balcone di casa vostra. Se volete potete poi scattare una foto e caricarla nella pagina dell'evento in calce https://www.facebook.com/events/674249822633041/?fref=ts

Siamo particolarmente vicini a Nino Di Matteo e a tutti i pm di Palermo che si occupano del processo sulla trattativa stato-mafia. In questo grave momento è intollerabile che chi lotta ogni giorno per cercare Verità e Giustizia rischiando anche la propria vita venga sovraesposto, isolato ed ostacolato in vari modi. Oggi come ieri i magistrati sono soli ed è proprio questo il motivo che tanto ci inquieta e ci preoccupa.
Chiediamo un impegno serio e preciso di tutti gli organi competenti perché la Verità venga accertata e chiediamo ad ogni cittadino una piccola partecipazione diretta; questo sarebbe si solo un piccolo gesto, ma forse anche il miglior modo per ognuno di esserci, fare la propria parte e proteggere i magistrati impegnati nella difficile indagine sulla trattativa Stato-mafia.

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

    Notizie di oggi

    • Incidenti stradali

      Auto si ribalta in A1: muore il conducente

    • Cronaca

      Ingannato con la scusa di sesso a pagamento: 28enne malmenato e rapinato in stazione

    • Cronaca

      Commessa sottrae 157 mila euro dalla cassa del supermercato per cui lavora

    • Cronaca

      Muratore svaligia la farmacia in cui stava effettuando lavori: sottratti 5 mila euro di farmaci

    I più letti della settimana

    • Borgotaro, si ribalta nel bosco con il quad: muore Danilo Savani

    • San Secondo, perde il controllo dell'auto e si schianta: muore un automobilista

    • Sgominato il clan Kasa, raffinavano eroina e cocaina, sequestrati 80 chili: Parma era la base operativa

    • Auto si ribalta in A1: muore il conducente

    • Commessa sottrae 157 mila euro dalla cassa del supermercato per cui lavora

    • Ingannato con la scusa di sesso a pagamento: 28enne malmenato e rapinato in stazione

    Torna su
    ParmaToday è in caricamento