Omofobia, 'Oggi scelgo io': corto parmigiano in finale al Queer Festival

Il corto è realizzato dallo spazio Giovani gruppo "Uno come noi, noi come tutti" in collaborazione con L'ottavo colore, con la regia di Valeria Savazzi. Stasera la premiazione a Firenze

Un'immagine del cortometraggio 'Oggi scelto io'

Colazione al bar di sempre, l'attesa alla fermata dell'autobus, particolari di vita quotidiana in bianco e nero, dove a parlare sono solo le immagini e la musica dei Bright Eyes e dei Blur. Un bigliettino rivelatore di una cotta per una coetanea, che arriva inevitabilmente nelle mani della professoressa, che tra imbarazzi e pettegolezzi dei compagni di classe, lascia cadere l'episodio preferendo non parlarne. Quello della difficoltà del "coming out" in ambiente scolastico è il tema scelto per il cortometraggio "Oggi scelgo io", realizzato dallo spazio Giovani gruppo "Uno come noi, noi come tutti" in collaborazione con l'associazione L'Ottavo Colore, con la regia di Valeria Savazzi.

 

GUARDA IL CORTOMETRAGGIO
 

Il cortometraggio, che è stato presentato al Meeting dei giovani di Parma in occasione dell'edizione 2011/2012 con tema "Io, diverso e uguale a te", è stato selezionato per la 10a edizione del Florence Queer Festival di Firenze 2012. Un mondo visto in bianco e nero con le difficoltà di reprimere ciò che si ha dentro, che poi diventa a colori nel momento della consapevolezza di non essere soli, notando particolari come il barista di fiducia che bacia il proprio compagno o il ragazzo incontrato sempre alla fermata che aspetta l'autobus abbracciato al proprio partner.

"Il nostro intento è quello di denunciare il silenzio che da troppo tempo regna in ambiente scolastico sul tema del coming out – sottolinea la regista –, si assiste a un atteggiamento neutrale che porta spesso a non parlarne. La nostra è anche una speranza di dare forza a chi ha paura di affrontare queste difficoltà, ci sono molti casi di bullismo omofobico e purtroppo anche di suicidi, il nostro messaggio attraverso questo cortometraggio è dedicato a chi crede di essere solo". La collaborazione del liceo Bertolucci di Parma per le riprese un importante simbolo di apertura al dialogo secondo Valeria Savazzi che sottolinea l'importanza di portare nelle scuole superiori il messaggio trasmesso dal cortometraggio. Un in bocca al lupo dalla redazione di ParmaToday per la serata di premiazioni del Florence Queer Festival 2012 prevista per stasera a Firenze! E speriamo bene..

 

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Incidenti stradali

    Noceto, scontro frontale tra due auto a La Rampa: gravi un uomo e una 41enne

  • Cronaca

    "Venduta, stuprata nelle carceri libiche e costretta a prostituirmi a Parma"

  • Attualità

    Sciopero degli autisti al magazzino Amazon di Torrile: "Vogliamo i nostri soldi"

  • Politica

    Giudice di pace. Proposta Pd: 50mila euro dalla Regione per finanziare gli uffici nei Comuni

I più letti della settimana

  • "Fidenza deve tornare ad essere sicura": ma il candidato di Fratelli d'Italia ha commesso 40 reati

  • Mille Miglia il 18 maggio: il percorso

  • Corse clandestine nel parcheggio del Panorama: fermati 40 giovani

  • "Venduta, stuprata nelle carceri libiche e costretta a prostituirmi a Parma"

  • Mille Miglia a Parma: le modifiche alla viabilità di sabato 18 maggio

  • Installa telecamere per controllare i dipendenti: i Nas denunciano un'estetista

Torna su
ParmaToday è in caricamento