Orti in cassetta al Montanara: i prodotti locali e sostenibili dall'orto al frigo

Parte il terzo punto di distribuzione delle cassettine di prodotti a km 0 promosso da Distretto di economia solidale. Dall'orto al frigo di casa nel rispetto dell'ecologia e dei diritti. Tutti i mercoledì, dalle 15.30 alle 17.30 presso la chiesa di Sant'Andrea

Ora anche in quartiere Montanara i prodotti dell’orto arrivano sotto casa. Dopo via Bizzozero e via Mantova, apre il terzo punto di piccola distribuzione degli orti in cassetta. Frutta, ortaggi e altri prodotti locali, buoni e sostenibili, per un’iniziativa promossa dal DES, Distretto di economia solidale del territorio parmense. Tutti i mercoledì, dalle 15.30 alle 17.30 presso la chiesa di Sant’Andrea, in via Berzioli, è possibile portare a casa la propria cassetta da 3 o 5 kili, dopo averla ordinata on line. Chi non bazzica il web può acquistare a km 0 e zero, direttamente dal banco.

Orti in cassetta è un progetto voluto dall’associazione Verso il DES che coinvolge i volontari dei 34 GAS, gruppi di acquisto soldale parmensi, 2 cooperative sociali e 16 piccoli produttori del nostro territorio che hanno scelto di aderire a criteri di ecologia e trasparenza.
Ogni settimana, fra Parma e Fidenza si distribuiscono 400 cassette: ortaggi e frutta ma anche vino, farina, uova, passate ecc. Il progetto ha obiettivi ambiziosi: proporre un cibo sano, coltivato a pochi passi da casa, pensando non solo alla propria salute ma anche al benessere dei piccoli agricoltori e dell’economia locale. L’orto in cassetta consente di sperimentare sul campo l’economia solidale, evitare imballaggi e sprechi, instaurare un rapporto diretto fra chi consuma e chi produce. Tutto per amore dei buoni sapori e dell’ambiente, nel rispetto del lavoro di tutti.

Per saperne di più: g.sacchelli@forumsolidarieta.it www.desparma.org

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bollino antifascista, Pizzarotti sul ricorso al Tar: "Proponetelo tutti per un'Italia antifascista"

  • "Columbus, lo stabilimento di Martorano chiuderà nei primi mesi del 2020: a rischio centinaia di posti"

  • Senza patente distrugge tre auto e provoca un incendio, poi scappa: fermato giovane di Parma

  • Muore bimbo di 18 mesi: madre accusata di omicidio preterintenzionale

  • Maltempo, perturbazione in arrivo: da giovedì neve a Parma

  • Choc in centro: "I ragazzini delle baby gang si lanciano sotto ai bus in marcia"

Torna su
ParmaToday è in caricamento