Ghiretti: "Dov'è il parcheggio di via Lombardia? Doveva essere già pronto"

Il consigliere di Parma Unita, Roberto Ghiretti, in cui chiede chiarimenti sulla mancata realizzazione del parcheggio in via Lombardia: "Doveva essere pronto lo scorso autunno".

"Tra il dire e il fare, dice un detto popolare, c'è di mezzo il mare. Un detto che con ogni probabilità l'amministrazione comunale a 5 stelle non conosce o ha dimenticato". Inizia così la nota stampa del consigliere di Parma Unita, Roberto Ghiretti, in cui chiede chiarimenti sulla mancata realizzazione del parcheggio in via Lombardia.

"Il 23 aprile 2013, - continua la nota - più di un anno fa, veniva diffuso un comunicato stampa dal titolo “Pronto in autunno il parcheggio coperto in via Lombardia”. La vicenda è quella relativa all'area di fronte a piazzale Allende, lungo viale Tanara, che fu acquisita dal Comune di Parma all’interno delle opere di urbanizzazione del Piano Particolareggiato di Iniziativa Pubblica “Via Lombardia – Via Calabria – Via Trieste (Ex Gasometro)”, intervento eseguito sulla base di Convenzione attuativa sottoscritta nell’anno 2002 fra il Comune di Parma e la Società Concessionaria Edilizia Parma s.r.l., che ha realizzato l’opera.

I lavori prevedevano la realizzazione di un parcheggio con 30 posti auto a livello del piano stradale, con accesso da via Lombardia, e di due piani interrati, aventi complessivamente capienza di ulteriori 60 posti auto. Ad opera realizzata nel corso del 2011 vennero riscontrate ai due piani interrati consistenti infiltrazioni di acqua, riguardanti sia i muri perimetrali che il solaio di copertura, tali da rendere non utilizzabile la struttura. Di qui un contenzioso con la ditta concessionaria che il sindaco Pizzarotti ha annunciato di aver risolto con dichiarazioni altisonanti. “Abbiamo sbloccato una situazione ingessata da anni – si legge nel comunicato – e finalmente possiamo scrivere la parola “fine” su una delle troppe opere incompiute che ci sono in città. Anche questo è un modo per non sprecare soldi dei cittadini”.

“Avremmo potuto attendere il giudizio della magistratura – ha rincarato a sua volta l’assessore ai Lavori Pubblici Michele Alinovi – ma abbiamo preferito accettare la transazione perché con un onere tutto sommato abbastanza modesto per la quota a nostro carico (circa 30.000 euro per la riasfaltatura del parcheggio a raso), possiamo mettere una struttura importante a  disposizione della città”. Tutto bello, tutto meraviglioso, se non fosse che del parcheggio in questione, che doveva essere pronto in autunno e che veniva definito “dimenticato”, proprio non c'è traccia. Si tratta evidentemente di un'amnesia contagiosa che fa sì che a dettar legge su quell'area siano ancora oggi le erbacce alte. Magari la prossima volta, prima di annunciare di aver scritto la parola “fine” su una vicenda sarebbe il caso di assicurarsi di poter mantenere fede agli impegni presi, giusto per evitare di fare per l'ennesime volta la figura di chi promette e poi dimentica per strada di mantenere".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragico scontro frontale tra auto e furgone a Parola: muore un 37enne

  • Tra mercatini di Natale, teatri, concerti e vin brulè: ricchissimo week end di dicembre

  • Choc a Langhirano: 59enne muore travolta da un'auto mentre va a prendere la corriera

  • Muore bimbo di 18 mesi: madre accusata di omicidio preterintenzionale

  • Choc in centro: "I ragazzini delle baby gang si lanciano sotto ai bus in marcia"

  • Maltempo, perturbazione in arrivo: da giovedì neve a Parma

Torna su
ParmaToday è in caricamento