Parma-Inter, in curva Nord al Tardini nonostante il Daspo: arrestati due tifosi

La Digos ha individuato alcuni ultras che rimanevano seduti e con il volto travisato: due di loro erano gravati da un Daspo ancora in corso

Foto D. Fornari

Durante l'ultima partita di campionato del Parma, quella di sabato sera contro l'Inter al Tardini, sono stati fermati dei tifosi originari di Catania presenti in curva Nord allo stadio Tardini per assistere alla sfida nonostante su di loro gravasse un provvedimento di Daspo. Sono stati arrestati sabato dalla Digos. I poliziotti, in servizio di ordine pubblico in occasione dell'anticipo della 23esima giornata, hanno individuato alcuni tifosi che si trovavano allo stadio Tardini con il volto travisato e non partecipavano, come gli altri, alle attività della curva Nord. Alla fine della partita gli agenti della Digos hanno bloccato ed identificato tre persone: per due di loro è scattato l'arresto. La terza persona invece aveva un Daspo già scaduto e si trovava quindi in una situazione di regolarità. 

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    "Massacrata e minacciata per anni dal mio ex: adesso ho paura ad uscire di casa"

  • Cronaca

    Raid al parco Ducale, trovata e sequestrata droga: denunciati due pusher

  • Sport

    Vigilia contro il Milan, D'Aversa: "Bisogna andare oltre"

  • Politica

    Tagli alle pensioni per 28 mila parmensi? Pizzarotti: "Governo doveva abolire la povertà, abolisce la crescita"

I più letti della settimana

  • Tigotà apre a Parma lo store più grande della città

  • Bimba di 10 mesi muore nel sonno a Colorno: abitazione sotto sequestro

  • Poste non paga gli interessi di un buono di 34 anni fa: nonna e nipote risarciti

  • Lascia il figlio di 3 anni solo in casa per andare a firmare in Caserma, lui scappa in strada: 42enne denunciato

  • Primo prelievo multi organo a cuore fermo: lavoro di squadra tra Parma, Reggio e Modena

  • Tagli all'accoglienza: 21 euro a migrante ma Parma se ne frega e prepara mille posti

Torna su
ParmaToday è in caricamento