Profughi, Lega: 'Manifesteremo davanti all'ex-scuola Castelnuovo'

“Quella che stiamo vivendo è una vera e propria invasione. Un’invasione che deve essere bloccata altrimenti nei prossimi mesi ci troveremo schiacciati da oltre 300mila immigrati e a quel punto la situazione sarà davvero ingestibile”. Lo denunciano Fabio Rainieri e Daniele Marchetti, consiglieri regionali della Lega Nord

“Quella che stiamo vivendo è una vera e propria invasione. Un’invasione che deve essere bloccata altrimenti nei prossimi mesi ci troveremo schiacciati da oltre 300mila immigrati e a quel punto la situazione sarà davvero ingestibile”. Lo denunciano Fabio Rainieri e Daniele Marchetti, consiglieri regionali della Lega Nord che, insieme a Lucia Borgonzoni, commissario provinciale della Lega Nord di Bologna annunciano manifestazioni per i prossimi giorni.

“Da troppo tempo diciamo che il problema deve essere affrontato alla base. Che bisogna creare una sinergia coni Paesi dai quali gli extracomunitari partono, per bloccare il traffico di esseri umani e per cercare di aiutare queste persone a casa loro. Ma nessuno ha voluto ascoltarci. E ora ci troviamo in una situazione che rischia di esplodere. Tutto – attaccano Rainieri, Marchetti e Borgonzoni -, senza che da Roma il governo voglia rendersi conto dell’entità del problema. Per risolvere la situazione non serve a nulla spedire avanti e indietro per il Paese gli immigrati come se fossero dei pacchi postali. Bisogna mettere un freno agli ingressi altrimenti tra pochi mesi, con l’arrivo dell’estate, il tutto sarà più difficile e, con ogni probabilità, estremamente pericoloso”.

"Ha ragione il segretario federale Matteo Salvini quando invita il governo Renzi a usare le navi della Marina e della Guardia costiera per difendere i confini e ad aiutare le organizzazioni internazionali ad allestire nel nord Africa i campi per l’accoglienza". “Qui non c’è più spazio. Per questo – annuncia Rainieri – nei prossimi giorni la Lega organizzerà presidi in tutte le Provincie davanti alle strutture che verranno utilizzate per l'accoglienza: primo appuntamento a  Parma davanti all’ex scuola di Castelnuovo. Il 9 maggio, saremo invece a Bologna per dire una chiaro 'no' alle politiche immigratorie del Governo” 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, la situazione in Emilia-Romagna: "Chi ha dubbi chiami il 118, non vada al Pronto Soccorso"

  • Coronavirus, primi due casi a Parma: un uomo e una donna ricoverati al Maggiore

  • Bimba di sei anni muore per meningite

  • Coronavirus, è psicosi: supermercati presi d'assalto anche a Parma

  • Coronavirus: scuole chiuse a Parma e in tutta la regione fino al 1 marzo

  • Precipita da una ferrata: durante un'escursione: muore 33enne parmigiano

Torna su
ParmaToday è in caricamento