Presunti reati fiscali ad Aosta: indagati i vertici della Proges

Il presidente Antonio Costantino e il direttore generale Anghinolfi sono sotto indagine: "Siamo certi della correttezza del nostro operato"

Antonio Costantino, il presidente della cooperativa parmigiana Proges è indagato, insieme al Direttore Generale Anghinolfi per reati fiscali per la presunta emissione di fatturazioni inesistenti nel rapporto tra la coop parmigiana, all'epoca in cui operava ad Aosta, e una seconda cooperativa della Valle d'Aosta, la Leone Rosso, con la quale collabora. Le indagini sono seguite dal Pm Carlo Introvigne. Il presidente della cooperativa Leone Rosso è indagato insieme ad un assessore del Comune di Aosta, per turbativa d'asta, in merito all'assegnazione di alcuni appalti per la gestione dei servizi socio-assistenziali. 

Proges: "Siamo certi della correttezza del nostro operato"

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"In merito ai comportamenti contabili che ci sono stati contestati ad Aosta, relativi ad una gara assegnata a una cooperativa con cui collaboriamo, siamo certi della correttezza del nostro operato. Restiamo a piena disposizione della magistratura, nei cui confronti esprimiamo piena fiducia, perché ciò venga al più presto appurato".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Spostamenti tra regioni il 3 giugno: ecco perché rischiamo la chiusura per altre due settimane

  • Bimbo di 4 anni muore all'Ospedale Maggiore

  • Parma fuori dall'incubo: nessun decesso e nessun nuovo caso

  • I carabinieri sequestrano tre piantine di 'marijuana': denunciato un 25enne

  • Pizzarotti annuncia: "Giochi per bambini vietati, nei circoli anziani non si può giocare a carte"

  • Coronavirus, tre decessi a Parma e 18 casi in più

Torna su
ParmaToday è in caricamento