Quoziente Parma, Pizzarotti ammette alle famiglie: "Non lo avevo capito"

Ieri sera all'incontro promosso dal comitato Famiglie il sindaco ha risposto alla domanda del perchè era inserito nella campagna elettorale dei 5 Stelle e ora è stato cancellato: "Non avevo gli elementi per valutare"

Quoziente Parma. Nella sala dell'Itis di via Toscana il comitato Famiglie, un gruppo di persone che si sta organizzando per opporsi alla soppressione del Quoziente Parma e all'aumento delle rette per gli asili nido e le scuole materne, in vigore da settembre 2013, ha organizzato un incontro. Il sindaco Pizzarotti ha risposto all'invito ed ha accettato di dialogare con le famiglie.

Nel programma elettorale del Movimento Cinque Stelle uno dei punti era la difesa dello strumento creato per offrire un aiuto alle famiglie di Parma. Ieri sera, davanti ad un pubblico di una settantina di persone, il sindaco Pizzarotti ha dovuto ammetterlo. "Io non avevo capito" ha dichiarato ad un certo punto del suo discorso. "Non avevo gli elementi per valutare, per valutare cosa il Quoziente Parma fosse perchè per come era stato venduto si pensava che non pesasse sulle casse del Comune, si diceva che è bellissimo e rendeva tutto più equo". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia a Bedonia, precipita con l'auto nel Taro: muore 20enne

  • Terrore a Fidenza: rogo a bordo dell'autobus pieno di studenti

  • Panico in via Newton, fiamme nella scuola: evacuati gli studenti

  • Fallisce la Sebiplast: al via i licenziamenti collettivi

  • E' morto Beppe Aliano, il 19enne rimasto coinvolto nello scontro di Fontanini

  • Tra mercatini di Natale, teatri, concerti e vin brulè: ricchissimo week end di dicembre

Torna su
ParmaToday è in caricamento