Risponde ad un annuncio online e paga i cerchi in lega 'inesistenti': 34enne truffato

Due persone, un uomo ed una donna, sono stati denunciati per truffa: il giovane aveva pagato ricaricando di 250 euro una postpay, chiusa subito dopo

Ha deciso di comprare i cerchi in lega da 17 pollici per la sua automobile ed ha iniziato a guardare alcuni annunci online. Su un noto sito di compravendita il giovane 34enne residente a Parma ha trovato quello che faceva per lui. Ha preso accordi con il presunto venditore, tramite WhatsApp e con alcune telefonate. Al momento della conferma dell'acquisto il compratore ha chiesto di pagare in contrassegno ma il truffatore dall'altro capo del telefono ha detto che preferiva il pagamento con una ricarica postpay. Il 34enne ha effettuato il pagamento di 250 euro. Pochi giorni dopo il giovane si è accorto di essere stato vittima di una truffa e si è rivolto ai carabinieri: due persone, un uomo di 41 anni e una donna di 33 anni, sono stati denunciati per truffa: lui era l'intestatario dell'utenza telefonica mentre lei della carta postpay, chiusa subito dopo il pagamento da parte della vittima. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La psicosi della banda armata di spranghe: ma è solo una fake social

  • Si schiantano in auto contro un tir in A1: muoiono una 24enne incinta e il suocero 76enne

  • "Fascista di m... ti prendo a schiaffi": candidata della Lega aggredita e minacciata a Sissa

  • "Rimborsi raddoppiati per gli interventi chirurgici", sequestro di oltre 1 milione di euro alle Piccole Figlie: denunciati direttore e dirigente medico

  • Più di mille giovani a Noceto per un rave in un capannone abbandonato

  • Bollo auto, sconti e nuova modalità di pagamento: cosa cambia nel 2020

Torna su
ParmaToday è in caricamento