Ruba 100 euro di vestiti all'Ovs, poi spintona l'addetto alla sicurezza: 21enne arrestato per rapina

Giovane ammanettato all'interno del negozio di via Mazzini: il tunisino ha alle spalle diversi reati, tra furti e porto di oggetti atti ad offendere

Un 21enne di origine tunisina e con diversi precedenti penali, nonostante la giovane età, è stato arrestato sabato pomeriggio 10 agosto in pieno centro storico a Parma, all'interno del negozio Ovs di via Mazzini. Il giovane è stato ammanettato con l'accusa di rapina e di aver fornito false generalità agli agenti delle Volanti. Il 21enne infatti, dopo aver rubato un centinaio di euro circa di capo di abbigliamento è stato scoperto dagli addetti alla sicurezza, che lo hanno fermato all'uscita. Il ladro ha reagito con violenza ed ha spintonato la guardia giurata, che è caduta a terra.

Da quì l'accusa di rapina: il giovane tunisino è stato bloccato ed arrestato dai poliziotti delle Volanti, che sono giunti sul posto in pochi istanti. Una pattuglia infatti si trovava in centro per i controlli che, negli ultimi tre mesi, si sono intensificati ed hanno portato all'identificazione di numerose persone e alla perlustrazione costante delle strade tra piazza Duomo, il Battistero, via Mazzini ed il Teatro Regio. Il 21enne è irregolare sul territorio italiano: la sua posizione amministrativa verrà valutata nelle prossime ore per un eventuale espulsione con accompagnamento alla frontiera. Il giovane ha diversi precedenti per furto e per porto di oggetti atti ad offendere. 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • E' morta la 38enne di Fontanellato colpita da un malore in acqua

  • Tragedia a Varano: 39enne muore schiacchiato dalla ruspa che stava conducendo

  • Annaffia i fiori e l'acqua finisce sul balcone di sotto: 53enne aggredisce il vicino con un grosso machete

  • Abusi sessuali nei confronti di un bambino di 11 anni: arrestato 37enne

  • La parmigiana Erica Talco torna a 'Uomini e donne'

  • Roccabianca: scoperte due concessionarie abusive di auto

Torna su
ParmaToday è in caricamento