Saviano: "La camorra utilizzò il caso Tommy per influenzare l'opinione pubbica"

'Tommaso, il dolore dei boss' e 'Tommaso è morto, l'ira dei padrini'. Secondo Saviano quei titoli delle Cronache di Napoli non furono casuali ma creati ad hoc per cercare di influenzare l'opinione pubblica, facendo leva sul sentimento di vicinanza a Tommy...

La camorrà utilizzò il caso Tommy per influenzare l'opinione pubblica. Si possono riassumere le parole di Roberto Saviano che, dalle colonne di Repubblica, ricostruisce una vicenda che riguarda alcune testate giornalistiche campane e parte dalla vicenda che coinvolse Enzo Palmesano, cronista del Corriere di Caserta che fu licenziato per ordine dei boss. L'editore del gruppo editoriale era Maurizio Clemente, condannato per estorsione a mezzo stampa.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Dello stesso gruppo fa parte anche la testata Cronache di Napoli che ai tempi del sequestro di Tommy fece uscire articolo dai titoli significativi 'Tommaso, il dolore dei boss' e 'Tommaso è morto, l'ira dei padrini'. Secondo Saviano quei titoli non furono casuali ma creati ad hoc per cercare di influenzare l'opinione pubblica, facendo leva sul sentimento di vicinanza a Tommy e alla sua famiglia che si diffuse in tutta Italia. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Choc a Bedonia, lite per un muretto: 63enne uccide il vicino di casa 70enne fracassandogli il cranio

  • Nuova ordinanza: dal 26 giugno i posti a sedere su bus e treni possono essere occupati al 100%

  • Paura a Cangelasio: esplosione ed incendio in un fienile e un'abitazione

  • Calabria, Pizzarotti sullo spot che attacca il Nord: "Non dirò mai venite a Parma paragonandola ad altre città"

  • Maxi evasione dell'Iva: la Finanza sequestra 12 milioni di euro a due cooperative del gruppo Taddei

  • Ospedale Maggiore: nessun paziente Covid in terapia intensiva

Torna su
ParmaToday è in caricamento