Curiosità - Sbandieratori al Parco Ducale: è il gruppo storico di Fornovo

Emiliano Landini, maestro del gruppo: "E' una grande passione per noi, portata avanti ormai da oltre quindici anni. ll nostro intento è incuriosire la gente. Siamo sempre alla ricerca di nuove persone"

Un fuori programma rispetto al consueto via vai di sportivi e alla moltitudine di frequentatori serali del Parco Ducale per la presenza, sul fare del tramonto, di un intero gruppo di sbandieratori, che ha colorato l'ampia area di fronte al Palazzo Ducale con drappi bianchi, rossi e blu. Anche se senza il costume tardo medievale, e musici e tamburi, il gruppo ha offerto un paio d'ore di spettacolo a passanti e turisti incuriositi.

Come abbiamo appreso da alcuni dei componenti del gruppo storico sbandieratori e musici di Fornovo Taro, si trattava di una serata di allenamenti fuori sede in vista degli impegni futuri.

"E' una grande passione per noi, portata avanti ormai da oltre quindici anni - dichiara Emiliano Landini, maestro e responsabile del gruppo -. ll nostro intento è incuriosire la gente. Siamo sempre alla ricerca di nuove persone - sottolinea Landini -. Entrare nel gruppo è completamente gratuito e si impara presto, serve solo tanta passione".

Un periodo denso di impegni per il gruppo. "La maggior parte della nostra attività si svolge d'estate, quando ci sono più feste e rievocazioni storiche, non solo in Italia ma anche all'estero. Quest'anno ci siamo già esibiti in Svizzera e Liechtenstein a maggio, e partiremo per Saint-Renan, in Francia, questo weekend. Dopo di che ci aspettano Spagna e ancora Francia a settembre, oltre a varie date in località più vicine a casa, tra appennino e Lunigiana".

Il gruppo conta attualmente poco meno di una trentina di elementi, tra sbandieratori e musici, tra i 15 e i 40 anni. E a stupire è proprio la dedizione e l'impegno dei componenti adolescenti del gruppo, a riprova che esiste un'alternativa alla movida e alla playstation.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dichiarazione dei redditi: dal 1° gennaio 2020 le spese da detrarre non possono essere pagate in contanti

  • Si schianta fuori pista: muore sciatore parmigiano di 39 anni

  • Calendario di Miss Nonna 2020: per il mese di agosto c'è una nonna parmigiana

  • "Rimborsi raddoppiati per gli interventi chirurgici", sequestro di oltre 1 milione di euro alle Piccole Figlie: denunciati direttore e dirigente medico

  • Tragedia in stazione: uomo travolto ed ucciso da un treno

  • Pizzarotti a Salvini: "Ecco il delirio di un uomo, tu non mandi a casa proprio nessuno"

Torna su
ParmaToday è in caricamento