Soragna, vendeva oggetti antichi rubati: arrestato rigattiere di 45 anni

I carabinieri sono stati allertati dalle segnalazioni di alcuni cittadini che avevano riconosciuto i propri oggetti rubati nella bottega del commerciante. Trovati anche due fucili di illecita provenienza

carabinieri-arrestoCon una brillante operazione condotta nella mattinata di ieri, i Carabinieri della Stazione di Soragna, diretti dal Maresciallo Biognami, hanno messo freno alle attività delittuose di un rigattiere malandrino abitante a Soragna.
L'uomo, la cui unica occupazione è appunto quella del commercio di ogni genere di oggetti di remota fabbricazione (mobili, quadri, oggetti vari ed altro) aveva trovato un semplice e redditizio canale di rifornimento delle merci da vendere. La vendita di materiali provento di almeno nove furti perpetrati nelle numerose case di campagna poste nel territorio compreso tra i comuni di Soragna e di Busseto.

Sono stati proprio alcuni denuncianti i furti ad indirizzare il lavoro dei Carabinieri, dopo avere visto e riconosciuto i loro averi presso la bottega dell'indagato.
Acquisiti i necessari riscontri, ai Carabinieri non è rimasto altro che chiedere ed ottenere un Decreto di Perquisizione da parte della Procura della Repubblica di Parma che lo emetteva prontamente e che veniva portato in esecuzione alle prime ore di ieri

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Ma le sorprese non finivano lì. Oltre a numerosissima merce di provenienza furtiva, il 45enne S.A. abitante a Soragna, risultava detenere anche due fucili di illecita provenienza, sui quali sono in corso ulteriori indagini, che consentivano ai Carabinieri di operarne l'arresto in flgranza di reato.
S.A. si trova attualmente ristretto presso la Casa Circondariale di Parma a disposizione della A.G. mentre il merteriale sequestrato, potrà essere visionato presso la Stazione Carabinieri di Soragna per l'eventuale riconoscimento.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, nuovo focolaio nella Bassa: 33 lavoratori contagiati

  • Bimbo di 2 anni azzannato da un cane in via Po: è grave in ospedale

  • Fanno sesso in Pilotta e aggrediscono i poliziotti: due arresti

  • Coronavirus, a Parma 13 nuovi casi: 9 sono i lavoratori della cooperativa

  • Parma, un positivo al covid: scatta il ritiro per la squadra

  • Coronavirus: tutti gli aggiornamenti sul nuovo focolaio nella Bassa parmense

Torna su
ParmaToday è in caricamento