Spaccia quasi 600 dosi di cocaina in poco più di un anno: arrestato 'Tyson', pusher nigeriano 33enne

Era questo il nome con il quale si faceva chiamare dai tanti giovani consumatori al Barilla Center: dieci di loro hanno parlato, riconoscendolo in foto e descrivendo le modalità in cui avveniva lo spaccio

Spacciava cocaina nelle strade di Parma e in particolare nella zona del Barilla Center, a giovani clienti che avevano in lui un punto di riferimento per l'acquisto della sostanza stupefacente. Un nigeriano di 33 anni è stato arrestato, al termine di una complessa indagine, avviata grazie alle testimonianze di una decina di giovani consumatori che hanno contribuito ad identificare il pusher, oltre che a descrivere le modalità in cui avveniva lo scambio della droga.

I carabinieri del Norm di Parma hanno eseguito l'ordinanza di custodia cautelare in carcere, emessa dal Gip di Parma, nei confronti di B.K., uno spacciatore di origine nigeriana. Secondo la ricostruzione degli inquirenti avrebbe ceduto 575 dosi di cocaina, nel periodo che va dal gennaio del 2018 al maggio del 2019, per un guadagno illecito di circa 28 mila euro. Il pusher, che si faceva chiamare Tyson, spacciava nella zona del Barilla Center. Dieci consumatori, dopo essere stati identificati e segnalati alla Prefettura, hanno parlato: oltre ad aver riconosciuto il 33enne in foto, hanno descritto come avvenivano gli accordi per lo scambio della cocaina, il prezzo pagato. Il Giudice per le Indagini Preliminari ha condiviso l'impostazione della Procura di Parma ed ha emesso l'ordinanza di custodia cautelare. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Spostamenti tra regioni il 3 giugno: ecco perché rischiamo la chiusura per altre due settimane

  • Bimbo di 4 anni muore all'Ospedale Maggiore

  • Coronavirus: a Parma 21 nuovi casi e 2 morti

  • Parma fuori dall'incubo: nessun decesso e nessun nuovo caso

  • Morte del piccolo Jacopo, oggi l'autopsia: due persone indagate per omicidio colposo

  • Dal 3 giugno via libera agli spostamenti da Parma nelle altre regioni

Torna su
ParmaToday è in caricamento