Tagli all'accoglienza: 21 euro a migrante ma Parma se ne frega e prepara mille posti

Mentre le altre province disertano le aste, la nostra città continua ad accogliere

Il ministero dell’Interno abbassa le quote erogate ogni giorno per migrante, passando da un massimo di 35 euro del vecchio bando agli attuali 21,35 euro. Questo però non ha cambiato il sistema di accoglienza che si è sviluppato e rafforzato negli anni a Parma e provincia, con le cooperative dedicate che continuano ad accogliere nonostante il taglio dei fondi. Faticano ma resistono perché la situazione non è ancora al collasso. Il taglio dei fondi ha portato a qualche frizione, ma a Parma, dove il bando che mette a disposizione mille posti per l’accoglienza dei richiedenti asilo per i prossimi due anni nelle unità abitative sparse in tutta la provincia non è andato deserto, a differenza di Reggio Emilia. Le cooperative sociali, come Svoltare, Biricc@, Betania hanno proposto di gestire 600 migranti. La tendenza rispetto agli ultimi anni è cambiata, ma non a Parma, dove si continua ad accogliere.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    "Massacrata e minacciata per anni dal mio ex: adesso ho paura ad uscire di casa"

  • Cronaca

    Raid al parco Ducale, trovata e sequestrata droga: denunciati due pusher

  • Politica

    Pizzarotti: "Ecco perchè non farò un selfie con Greta Thunberg"

  • Attualità

    Tagli alle pensioni di 28mila parmensi. Cisl: “Colpa della finanziaria”

I più letti della settimana

  • Tigotà apre a Parma lo store più grande della città

  • Bimba di 10 mesi muore nel sonno a Colorno: abitazione sotto sequestro

  • Poste non paga gli interessi di un buono di 34 anni fa: nonna e nipote risarciti

  • Lascia il figlio di 3 anni solo in casa per andare a firmare in Caserma, lui scappa in strada: 42enne denunciato

  • Primo prelievo multi organo a cuore fermo: lavoro di squadra tra Parma, Reggio e Modena

  • Tagli all'accoglienza: 21 euro a migrante ma Parma se ne frega e prepara mille posti

Torna su
ParmaToday è in caricamento