Green Money, Alessandro Forni chiede di patteggiare 2 anni

Se il Gup acconsentirà ala richiesta l'imprenditore parmigiano accusato di corruzione e peculato nell'inchiesta sulle tangenti nel verde pubblico potrà usufruire della riduzione di un terzo della pena

tangente

Alessandro Forni ha chiesto di patteggiare due anni di carcere per le accuse di corruzione e peculato nell'ambito dell'inchiesta Green Money sulle tangenti nel verde pubblico. L'imprenditore parmigiano, come riportato dalla gazzetta, avrebbe concordato la richiesta di patteggiamento con il suo difensore, in accordo con la Pm Paola Dal Monte. Forni, coinvolto sia nelle indagini di Green Money 1 che in quelle di Green Money 2, potrà ottenere lo sconto di un terzo della pena, è stata una delle ultime persone che hanno lasciato il carcere. La decisione sarà presa dal Gup.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, i 'furbetti' del supermercato: "Chi esce per comprare solo una birra è incosciente"

  • Coronavirus: dopo Piacenza nuove restrizioni in arrivo anche a Parma

  • Coronavirus: a Parma sabato e domenica chiusi centri commerciali e supermercati

  • Salsomaggiore: muore il medico termale Ghvont Mrad

  • Coronavirus: il Gruppo Chiesi dona 3 milioni di euro e aumenta del 25% lo stipendio dei lavoratori

  • Coronavirus, Venturi: "Sistema al collasso se a Parma i contagi non diminuiscono"

Torna su
ParmaToday è in caricamento