Ubriaco al Pronto Soccorso minaccia gli infermieri, poi aggredisce i poliziotti: arrestato 38enne

L'episodio si è verificato nella notte tra domenica e lunedì: il marocchino ha colpito l'interno dell'auto della polizia e ha cercato di danneggiare la cella di sicurezza

Si è recato al Pronto Soccorso dell'Ospedale Maggiore, probabilmente sotto effetto di sostanze alcoliche, ed ha iniziato ad urlare perchè non voleva farsi registrare, come gli altri pazienti. Poi, all'arrivo dei poliziotti, ha iniziato ad insultarli ed ha cercato di aggredirli a calci e pugni, colpendo anche l'auto degli agenti durante il viaggio verso la Questura e scagliandosi contro la camera di sicurezza. Un marocchino di 38 anni è stato arrestato per resistenza e violenza a pubblico ufficiale.

Il grave episodio si è verificato nella notte tra domenica 8 e lunedì 9 dicembre, verso l'una. L'uomo - che ha alle spalle numerosi precedenti penali oltre ad un avviso orale - si è presentato al Pronto Soccorso e da subito ha iniziato ad insultare il personale sanitario e ad urlare, con anche alcune minacce di morte. A quel punto gli operatori hanno chiamato i poliziotti che, una volta arrivati sul posto, sono stati subito aggrediti verbalmente dall'uomo, che si è rifiutato di fornire le proprie generalità ed ha iniziato ad offendere gli agenti. Dopo aver colpito l'interno dell'auto della polizia ha tentato di colpire anche i poliziotti con calci e pugni. In Questura è stato immobilizzato ed arrestato per resistenza e lesioni a pubblico ufficiale, oltre che denunciato per rifiuto delle generalità. Ora si trova nelle camere di sicurezza della Questura in attesa del processo per direttissima. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dichiarazione dei redditi: dal 1° gennaio 2020 le spese da detrarre non possono essere pagate in contanti

  • Calendario di Miss Nonna 2020: per il mese di agosto c'è una nonna parmigiana

  • "Rimborsi raddoppiati per gli interventi chirurgici", sequestro di oltre 1 milione di euro alle Piccole Figlie: denunciati direttore e dirigente medico

  • Tragedia in stazione: uomo travolto ed ucciso da un treno

  • Più di mille giovani a Noceto per un rave in un capannone abbandonato

  • Pizzarotti a Salvini: "Ecco il delirio di un uomo, tu non mandi a casa proprio nessuno"

Torna su
ParmaToday è in caricamento