Ubriaco minaccia i passanti con una bottiglia rotta e picchia i poliziotti: 29enne arrestato

Gli agenti delle Volanti sono riusciti a bloccare il giovane nigeriano che ha anche cercato di danneggiare la strumentazione per le impronte digitali

Ubriaco ha scatenato il caos nel centro di Parma ieri pomeriggio. Un 29enne nigeriano, con alcuni precedenti alle spalle, ha prima minacciato i passanti con una bottiglia rotta, poi ha insultato e picchiato con calci e pugni i poliziotti, prendendosela poi anche con la strumentazione per il rilevamento delle impronte digitali. L'allarme è scattato dopo la segnalazione di un cittadino, che si trovava in centro con la famiglia. Sul posto sono arrivati subito i poliziotti che hanno cercato di fermare il giovane, in preda ai fumi dell'alcool e con una bottiglia rotta in mano, che stava agitando contro alcuni passanti. L'uomo, un nigeriano di 29 anni, dopo aver insultato in lingua inglese la polizia e tutte le istituzioni ha sferrato calci e pugni agli agenti, che lo hanno poi bloccato ed arrestato per resistenza a pubblico ufficiale e denunciato per vilipendio alle Istituzioni, tentato danneggiato aggravato e rifiuto delle generalità. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Spostamenti tra regioni il 3 giugno: ecco perché rischiamo la chiusura per altre due settimane

  • Bimbo di 4 anni muore all'Ospedale Maggiore

  • Coronavirus: a Parma 21 nuovi casi e 2 morti

  • Parma fuori dall'incubo: nessun decesso e nessun nuovo caso

  • Pizzarotti annuncia: "Giochi per bambini vietati, nei circoli anziani non si può giocare a carte"

  • Morte del piccolo Jacopo, oggi l'autopsia: due persone indagate per omicidio colposo

Torna su
ParmaToday è in caricamento