Via Marmolada, calci e pugni a un carabiniere: arrestato tossico 35enne

L'uomo, sotto l'effetto della cocaina, era fuggito da un posto di blocco. Accusato di resistenza e lesioni a pubblico ufficiale, oggi ha patteggiato per direttissima una pena a un anno e sei mesi di reclusione, convertiti nei domiciliari

E' un noto pregiudicato del lugo e un tossicodipendente in cura al Sert, G.A., il parmigiano di 35 anni arrestato ieri dai carabinieri in via Marmolada, nel quartiere San Leonardo. Aveva tentato di sottrarsi ad un controllo dei militari dandosi alla fuga sul proprio ciclomotore - sprovvisto dei documenti di circolazione -, guidando pericolosamente e incurante del rischio per i pedoni e gli automobilisti. Dopo essere stato raggiunto, l'uomo ha abbandonato il mezzo e ha proseguito la sua fuga a piedi.

Quando i carabinieri sono riusciti a prenderlo, il malvivente ha reagito con calci e pugni per provare ancora a scappare. Una volta in caserma, i militari hanno appurato che l'evidente stato di alterazione era stato provocato dalla cocaina. Oggi è stato processato per direttissima con le accuse di resistenza e lesioni a pubblico ufficiale. Ha patteggiato una pena di un anno e sei mesi di reclusione, convertiti in arresti domiciliari.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia a Bedonia, precipita con l'auto nel Taro: muore 20enne

  • Terrore a Fidenza: rogo a bordo dell'autobus pieno di studenti

  • Panico in via Newton, fiamme nella scuola: evacuati gli studenti

  • Fallisce la Sebiplast: al via i licenziamenti collettivi

  • E' morto Beppe Aliano, il 19enne rimasto coinvolto nello scontro di Fontanini

  • Via Langhirano, pauroso frontale tra auto e camion nella notte: un ferito gravissimo

Torna su
ParmaToday è in caricamento