Pusher 20enne spaccia hashish nel parco di via Paradigna: arrestato e condannato

Processato per direttissima è stato condannato ad un anno e otto mesi, con sospensione condizionale della pena: in casa aveva hashis, 2 mila euro e materiale per il confezionamento della droga

Sorpreso all'interno di un parco in via Paradigna mentre spacciava hashish. Un giovane parmigiano di vent'anni, incensurato, è stato arrestato dai poliziotti della  sezione Antidroga della Squadra Mobile di Parma. C.S.. residente in città è stato controllato all'interno dell'area verde e trovato in possesso di droga. I poliziotti hanno deciso così di perquisire anche la sua abitazione, all'interno della quale hanno trovato hashish, in aggiunta a quello trovato nelle sue tasche al momento del controllo. Il giovane, che aveva anche materiale per il confezionamento in casa, oltre a 2 mila euro in contanti, probabile frutto dell'attività di spaccio è stato arrestato per detenzione ai fini di spaccio. Processato per direttissima è stato condannato ad un anno e otto mesi di reclusione e a 2.800 euro di multa. Ha beneficiato della sospensione condizionale della pena. 

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

    Notizie di oggi

    • Incidenti stradali

      Scontro camion-moto a Traversetolo: muore un motociclista 42enne

    • Cronaca

      Sequestrata un'auto rubata in uso ad una banda di ladri

    • Cronaca

      14 enne vittima di bullismo

    • Eventi

      Intima serata di grande musica per Marina Rei e il suo Unplugged Tour

    I più letti della settimana

    • Tragedia al Montanara: uomo muore precipitando da un palazzo

    • Scontro camion-moto a Traversetolo: muore un motociclista 42enne

    • "Vivo tra la stazione e il ponte, non ho paura: mi manca mia figlia"

    • Ancona, tre giocatori convocati dalla Procura Federale

    • Sorpreso a spacciare cocaina a Colorno: 27enne in manette

    • Auto si ribalta a San Ruffino: conducente grave al Maggiore

    Torna su
    ParmaToday è in caricamento