Welfare. Prima la stampa, poi la Commissione. Guarnieri esce dall'aula

L'assessore Rossi presenta il documento alla stampa prima di discuterne in commissione. Duro attacco della Guarnieri: "Devo prendere atto che è sul sito? Grazie, so leggere" e va via. Rossi: "Non c'è un clima collaborativo". Via al 'Rossi Welfare' senza contradditorio

Servizi sociali a 5 Stelle. Ed è già polemica. L’assessore Rossi dopo aver stilato il documento che prevede un cambio di rotta nel welfare cittadino e averlo presentato alla stampa ha convocato ieri pomeriggio la commissione per mostrarne i contenuti. Una presentazione che si è limitata alla semplice lettura delle pagine che contengono la riforma dei servizi sociali in città. Pochi gli esempi pratici. Chiara la filosofia di fondo: gli utenti devono collaborare. Mettendo in campo il proprio tempo, le proprie conoscenze, il proprio lavoro e, se possibile, il proprio denaro sotto forma di contributi. Un patto di responsabilità con chi riceve aiuti che è stato molto apprezzato dal consigliere del PD Volta che ha però dichiarato durante il corso della commissione il proprio scetticismo in merito all’effettiva attuabilità del ‘Rossi welfare’.

SCARICA IL DOCUMENTO

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“Un welfare – ha affermato l’assessore -circolare che intende coinvolgere l’intera cittadinanza”. Ma non l’opposizione. Maria Teresa Guarnieri ha bacchettato pesantemente l’assessore Rossi per le modalità con le quali è stato progettato un documento senza confronto con il resto dei consiglieri. “Non serve fare le commissioni se è già stato fatto tutto il lavoro, – ha fatto notare la Guarnieri – stiamo a casa così si risparmiano soldi. Credo sarebbe utile l’apporto di tutti, soprattutto in questo settore. Se bisogna venire qui per prendere atto che è stato pubblicato un documento ed è sul sito… Grazie, ma so leggere!”. E abbandona l'aula. L’assessore Rossi non si scompone e giustifica la mancanza di confronto: “non c’è un clima abbastanza collaborativo per discutere di come lavorare”. E allora al via al ‘Rossi welfare’, senza contraddittorio.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Spostamenti tra regioni il 3 giugno: ecco perché rischiamo la chiusura per altre due settimane

  • Bimbo di 4 anni muore all'Ospedale Maggiore

  • Coronavirus: a Parma 21 nuovi casi e 2 morti

  • Parma fuori dall'incubo: nessun decesso e nessun nuovo caso

  • Pizzarotti annuncia: "Giochi per bambini vietati, nei circoli anziani non si può giocare a carte"

  • Morte del piccolo Jacopo, oggi l'autopsia: due persone indagate per omicidio colposo

Torna su
ParmaToday è in caricamento