Il Favoloso mondo di Yann Tiersen ieri al Teatro Regio

Unica data italiana quella al Teatro Regio per il grande pianista Yann Tiersen compositore delle celebri musiche del "Favoloso Mondo di Ameliè". Successo per la presentazione delle nuove composizioni inedite e tantissimi applausi per le musiche che lo hanno reso famoso

Poche luci calde e soffuse, un pianoforte a coda lunga e un classico registratore a nastro. Questa la scenografia che insieme alla musica hanno reso lo spettacolo di Yann Tiersen al Teatro Regio, unica data italiana e sold out già da mesi, insolito e alquanto suggestivo. Il compositore francese, polistrumentista e fra gli artisti più stimati della sua generazione, ieri sera ha portato tutti gli ascoltatori in viaggi nelle terre che l'hanno visto nascere e crescere. Il pubblico ha avuto la possibilità di ascoltare 10 brani composizioni inedite contenute nel suo nuovissimo libro di partiture intitolato EUSA.

 "Ogni traccia è connessa a una specifica location -dice l'artista delle sue composizioni- di un'isola al largo della costa bretone chiamata Ushant (Eusa in bretone) dove io vivo. Ushant è più di una semplice casa, è una parte di me, una parte di ciò che sono. L'idea è stata quella di realizzare una mappa musicale dell'isola e per estensione, di chi sono".

Questi inediti, insieme ai brani per piano ben conosciuti dai fan, uniti ad attimi intensi con violino, hanno entusiasmato ed emozionato l‘intera platea proveniente da tutta l’Italia e dall’estero che non ha esitato ad applaudire e ad acclamare l’artista. Dai luoghi bretoni ha saputo catapultare in un attimo lo spettatore in luoghi Favolosi con brani tratti dalla colonna sonora de "Il Favoloso Mondo di Amelie", le musiche che l’hanno reso famoso in tutto il mondo insieme a quelle de "Goodbye Lenin”. Chiude il concerto con “La dispute”, fra gli applausi di un pubblico incantato.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Rapina una donna in piazzale Pablo: 19enne gambiano lo insegue e lo fa arrestare

  • Coltellate sul Frecciarossa, sotto choc il parmigiano che ha difeso la donna: " Usata una cinta per fermare l'emorragia"

  • C'è un'altra Parma sotto terra

  • "L'ho sentita urlare e sono intervenuto. Così ho fermato lo scippatore"

  • Truffa del Postamat, la maxi indagine riguarda anche Parma

  • Chiamavano i clienti per offrirgli la droga: arrestati tre pusher

Torna su
ParmaToday è in caricamento