Barilla, il fatturato supera i 4 miliardi di euro: in crescita il mercato Usa

Il presidente Guido Barilla: "I risultati del 2010, in uno scenario molto complesso, confermano la solidità e la forza competitiva del nostro Gruppo e ci consentono di guardare con serenità alle sfide dei prossimi anni"

Si e' attestato a 4.029 milioni il fatturato consolidato 2010 del Gruppo Barilla, che comprende Barilla G. e R. Fratelli e Lieken. La gestione operativa del Gruppo ha registrato un Ebitda ricorrente pari a 556 milioni di euro al quale hanno contribuito la crescita degli Stati Uniti - dove si e' rafforzata la leadership del mercato della pasta raggiungendo una quota del 29% - il continuo rinnovamento del portafoglio prodotti, il miglioramento della marginalita' di Lieken ed importanti progetti di riduzione costi a livello di Gruppo.

L'Ebit si e' attestato a 211 milioni di euro mentre il risultato netto evidenzia un utile pari a 27 milioni di euro che risente di oneri straordinari e della perdita relativa alla cessione delle attivita' bakeries di Lieken in Germania. In crescita gli investimenti sia nelle attivita' di Ricerca e Sviluppo a 42 milioni di euro, che in quelli industriali (CAPEX) che si sono attestati a 169 milioni di euro (4,2% del fatturato) e hanno riguardato principalmente gli impianti produttivi di Barilla G. e R. in Italia, Stati Uniti, Svezia e Germania e di Lieken in Germania.

"I risultati del 2010, in uno scenario mondiale estremamente complesso", dice il presidente Guido Barilla, "confermano la solidita' e la forza competitiva del nostro Gruppo e ci consentono di guardare con serenita' alle sfide dei prossimi anni". ''Stiamo continuando a proporre sui mercati i nostri valori e la nostra cultura d'impresa fondata su modelli alimentari nutrizionalmente corretti e supportati da adeguata conoscenza e innovazione, come testimoniano i percorsi avviati con il Barilla Center for Food & Nutrition - centro di pensiero indipendente e multidisciplinare che ha come obiettivo affrontare e fare informazione sui temi dell'alimentazione e della nutrizione - e con il Barilla Laboratory for Knowledge & Innovation - che contribuisce in modo rilevante a far diventare Barilla un'organizzazione fondata sulla conoscenza ed orientata all'apprendimento continuo", conclude Guido Barilla.

"Le performance positive del Gruppo ci consentono di continuare il percorso intrapreso in questi anni con rinnovato ottimismo", aggiunge Massimo Potenza, Amministratore Delegato. "Nel 2010 abbiamo continuato ad arricchire il nostro portafoglio con nuovi prodotti coerenti con il posizionamento nutrizionale dell'azienda ed abbiamo rafforzato la nostra presenza nei paesi nei quali operiamo". "L'attuale solidita' finanziaria consente inoltre", conclude Potenza, "di concentrare le energie sullo sviluppo delle nostre strategie di Gruppo orientate al consolidamento del mercato europeo, alla crescita nel mercato americano e all'apertura di nuove opportunita' nei paesi emergenti "

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, primi due casi a Parma: un uomo e una donna ricoverati al Maggiore

  • Coronavirus, la situazione in Emilia-Romagna: "Chi ha dubbi chiami il 118, non vada al Pronto Soccorso"

  • Montechiarugolo e Lesignano: tamponi e isolamento domiciliare per i famigliari dei contagiati

  • Coronavirus, è psicosi: supermercati presi d'assalto anche a Parma

  • Coronavirus, due nuovi casi a Parma: il bilancio si aggrava e sale a quattro

  • Bimba di sei anni muore per meningite

Torna su
ParmaToday è in caricamento