Consorzio Casalasco del Pomodoro e ANVOLT di Parma ancora insieme per la prevenzione

Rinnovato il programma di screening per i dipendenti per la diagnosi precoce dei tumori

Per il secondo anno consecutivo Consorzio Casalasco del Pomodoro, in collaborazione con ANVOLT (Associazione Nazionale Volontari Lotta Contro i Tumori) di Parma, ha avviato un programma di screening preventivo per la diagnosi precoce del tumore del collo e della tiroide.

L’Azienda, con l’intento di contribuire a una corretta informazione e alla diffusione di pratiche che prevengano l’insorgere di malattie, nelle settimane a venire accoglierà nei tre stabilimenti del gruppo (Rivarolo del Re - Cremona, Gariga di Podenzano - Piacenza, Fontanellato - Parma), i medici qualificati di ANVOLT e le loro strumentazioni per le visite gratuite ai 1400 dipendenti del gruppo.

ANVOLT nasce a Milano nel 1984, per dare ai malati di cancro e alle loro famiglie un sostegno pratico per alleviare le sofferenze e i problemi connessi alla malattia. Oggi offre assistenza, informazione e prevenzione, formazione e ricerca, sostiene progetti e iniziative nazionali e internazionali. È presente sul territorio italiano con più di 30 sedi.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Politica

    Elezioni Europee, oggi si vota: alle 12 affluenza del 19,41%

  • Incidenti stradali

    Traversetolo, auto esce di strada e si schianta contro un palo: conducente grave

  • Sport

    Roma-Parma 2-1 | Nell'ultimo atto crociati vivi

  • Cronaca

    Terremoto, scossa di magnitudo 3.4 con epicentro a Tizzano

I più letti della settimana

  • Donna 40enne travolta ed uccisa sulle strisce pedonali all'Arco di San Lazzaro

  • "Ecco come vivo senza lavorare"

  • Scossa di terremoto di magnitudo 3.3: paura a Fidenza e Salsomaggiore

  • Vlada: da San Pietroburgo a Colorno una vita per l'arte

  • "Venduta, stuprata nelle carceri libiche e costretta a prostituirmi a Parma"

  • Come difendersi dai pesciolini d'argento e cosa sono

Torna su
ParmaToday è in caricamento