Consorzio Casalasco del Pomodoro e ANVOLT di Parma ancora insieme per la prevenzione

Rinnovato il programma di screening per i dipendenti per la diagnosi precoce dei tumori

Per il secondo anno consecutivo Consorzio Casalasco del Pomodoro, in collaborazione con ANVOLT (Associazione Nazionale Volontari Lotta Contro i Tumori) di Parma, ha avviato un programma di screening preventivo per la diagnosi precoce del tumore del collo e della tiroide.

L’Azienda, con l’intento di contribuire a una corretta informazione e alla diffusione di pratiche che prevengano l’insorgere di malattie, nelle settimane a venire accoglierà nei tre stabilimenti del gruppo (Rivarolo del Re - Cremona, Gariga di Podenzano - Piacenza, Fontanellato - Parma), i medici qualificati di ANVOLT e le loro strumentazioni per le visite gratuite ai 1400 dipendenti del gruppo.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

ANVOLT nasce a Milano nel 1984, per dare ai malati di cancro e alle loro famiglie un sostegno pratico per alleviare le sofferenze e i problemi connessi alla malattia. Oggi offre assistenza, informazione e prevenzione, formazione e ricerca, sostiene progetti e iniziative nazionali e internazionali. È presente sul territorio italiano con più di 30 sedi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia a Pilastrello, auto esce di strada: muore il conducente 51enne

  • Maestra parmigiana litiga su Twitter con un fumettista: poi si incontrano e lo sposa

  • Fase 2: ecco cosa si potrà fare (e cosa no) dal 3 giugno

  • Coronavirus: a Parma un morto e 4 nuovi casi

  • Emergenza Covid-19, 100 carabinieri contagiati: un militare di Noceto è deceduto

  • Coronavirus, 3 giugno: ecco cosa potranno fare da oggi i parmigiani

Torna su
ParmaToday è in caricamento