Zucchero, Eridania anticipa gli aiuti: San Quirico resta base importante

Inoltre l'azienda ha comunicato che a tutti i bieticoltori del bacino storico dello zuccherificio di San Quirico erogherà un contributo di 250 euro per ettaro coltivato a barbabietola da zucchero e alla stessa conferito

Per il raggiungimento degli obiettivi di produzione per la campagna bieticolo - saccarifera 2011/12 con l’obiettivo  di raggiungere  una superficie coltivata a barbabietola da zucchero di circa  15.000 ettari, Eridania Sadam ha deciso di intervenire con i seguenti provvedimenti:

Accordo interprofessionale del 17 gennaio 2010: al fine di fornire supporto finanziario ai bieticoltori per affrontare le anticipazioni colturali richieste dalla barbabietola da zucchero, Eridania Sadam ha scelto di anticipare senza interessi ai bieticoltori che presentano offerta di coltivazione per la campagna 2011/12 un importo pari al 75% degli Aiuti Nazionali relativi alle campagne 2009/2010 e/o 2010/2011.

Incentivazione alla coltivazione: Eridania Sadam ha comunicato che a tutti i Bieticoltori del bacino storico dello zuccherificio di San Quirico erogherà un contributo di 250 euro per ettaro coltivato a barbabietola da zucchero e alla stessa conferito.

“Eridania Sadam continua nella sua politica di consolidamento nel lungo periodo del bacino bieticolo di approvvigionamento tradizionale dello Zuccherificio. Con tale incentivo previsto per l’anno 2011– tiene a sottolineare il Direttore Generale Daniele Bragaglia - si cerca di compensare l’ effetto degli incrementi di prezzo delle colture concorrenti. Queste azioni, al pari degli investimenti sugli impianti, sono una ulteriore testimonianza del fatto che Eridania Sadam, col proprio stabilimento di San Quirico, vuole rimanere attiva nel settore saccarifero italiano, mantenendo una base importante di bieticoltori a garanzia di stabilità”.

“In una situazione in cui non è ancora certo l’arrivo dei fondi dovuti dal governo per le campagne 2009 e 2010, il fatto che in aiuto agli agricoltori arrivi l’iniziativa attivata da Eridania  è molto positivo perché permetterà di avviare la semina e di far vivere questo settore – spiega il vice presidente della Provincia Pier Luigi Ferrari. Dopo due anni di battaglie condotte dal tavolo nazionale per l’ottenimento degli aiuti promessi finalmente a dicembre nell’ultimo incontro si era festeggiato lo sblocco da parte del Cipe di 64 milioni di euro al settore bieticolosaccarifero a cui si aggiungono gli altri 21 milioni già autorizzati dall’Agenzia per le erogazioni in agricoltura (Agea), per un totale di 85 milioni".

Potrebbe interessarti

  • Morso del ragno violino: cosa fare

  • Parma, tappa per BlaBlaBus: si viaggia in tutta Europa

  • Bere alcolici fa male: il vero sballo è dire no

  • Come pulire e igienizzarei bidoni della spazzatura

I più letti della settimana

  • Tragico schianto in moto contro l'ambulanza, il fidanzato muore: 27enne di Parma in prognosi riservata

  • Tragedia a Colorno: ciclista 54enne cade sull'Asolana e muore

  • Paura per due sorelle di 13 e 12 anni, escono di casa e non rientrano per la notte: trovate dalla polizia

  • Fidenza, consulente finanziaria accusata di irregolarità: blitz della Finanza

  • I banditi assaltano nella notte una villa di Sorbolo, bottino di migliaia di euro: rubate pistole e fucili

  • Cantano e suonano davanti al Teatro Regio, due giovani denunciati: chitarre sequestrate

Torna su
ParmaToday è in caricamento