PARMAforEXPO: ospite a Parma la più importante associazione di categoria dell’industria brasiliana

Nello Stato di San Paolo, la FIESP riunisce circa 130.000 imprese. La delegazione brasiliana arrivata oggi a Parma rappresenta un'opportunità per stringere nuove alleanze di business in un mercato già strategico per i settori dell'impiantistica alimentare, della chimica farmaceutica e dell'agroalimentare

Arriva oggi a Parma, ospite del Tavolo PARMAforEXPO, una delegazione business proveniente dal Brasile: ne fanno parte rappresentanti della FIESP - Federazione delle Industrie dello Stato di San Paolo, la più importante associazione di categoria dell’industria brasiliana. Le aziende associate alla FIESP sono infatti circa 130.000, diversificate per dimensioni e per settore di appartenenza. Le aziende brasiliane presenti a Parma sono una decina: spaziano dalla metalmeccanica all’agroalimentare, dalla cosmesi alle biotecnologie e alle energie rinnovabili, passando per l’IT.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Con 202 milioni di abitanti e un PIL di 2,3 bilioni di dollari (dati World Bank), in crescita ogni anno dal 2011 al 2014, il Brasile è un Paese che offre all’Italia e al sistema produttivo parmense ottime prospettive di business. A confermarlo sono i dati: all’interno della UE, l’Italia è il terzo mercato di destinazione dell’export brasiliano, che consiste principalmente in minerali, legname, caffè, tè e spezie, pelli e cuoio. Inoltre siamo l’ottavo fornitore a livello globale del Brasile, che importa in particolare macchine, congegni meccanici e prodotti della chimica farmaceutica. Per il 2015, si stima che il saldo commerciale sarà favorevole all’Italia, per un valore di 1,74 miliardi di dollari. Dopo una tappa a Felino per visitare uno dei quattro stabilimenti de La Felinese Salumi, che, con la sua offerta di prodotti tipici e tradizionali, è tra le principali aziende produttrici di salumi in Italia, i componenti della delegazione brasiliana della Federazione delle Industrie dello Stato di San Paolo sono stati ricevuti questa mattina a Palazzo Soragna dai rappresentanti del Tavolo PARMAforEXPO: Cesare Azzali, Direttore di UPI e Presidente di PARMAforEXPO; Andrea Zanlari, Presidente della Camera di Commercio di Parma; Marco Vagnozzi, Presidente del Consiglio del Comune di Parma; Erasmo Neviani, Delegato del Rettore dell’Università degli Studi di Parma per EXPO 2015.  Il tema dell’incontro è stato quello delle eccellenti relazioni commerciali tra le imprese parmensi e il Brasile. Il Paese sudamericano rappresenta, infatti, il diciassettesimo Paese per importanza per le esportazioni della provincia di Parma: nel 2014 il nostro territorio ha esportato verso il Brasile prodotti per l’equivalente di 76 milioni di euro. Se si considera il periodo compreso tra il 2006 e il 2014, l’export parmense verso il Brasile ha fatto registrare un vero e proprio boom: +257%. Un anno record è stato il 2010, quando le esportazioni sono raddoppiate a valore per merito soprattutto dell’impiantistica alimentare. Oggi questo settore rappresenta il 48% del totale delle esportazioni parmensi verso il Paese sudamericano: seguono, nell’ordine, chimica farmaceutica (31%) e agroalimentare (10%). L’incontro con il Tavolo PARMAforEXPO sarà seguito da attività di networking b2b. Il programma della giornata sarà completato nel pomeriggio da una visita al CePIM, realizzatore e coordinatore dello sviluppo dell'Interporto di Parma, fornitore di tutte le tipologie di servizi logistici integrati.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, nuovo focolaio nella Bassa: 33 lavoratori contagiati

  • Blitz contro gli assembramenti: chiuso un locale in via Emilio Lepido

  • Bimbo di 2 anni azzannato da un cane in via Po: è grave in ospedale

  • Coronavirus, a Parma 13 nuovi casi: 9 sono i lavoratori della cooperativa

  • Trovato il corpo del 18enne parmigiano annegato in mare

  • Coronavirus: tutti gli aggiornamenti sul nuovo focolaio nella Bassa parmense

Torna su
ParmaToday è in caricamento