Nata l'Accademia della bugia: Gene Gnocchi presidente onorario

"Sono stato nominato presidente - ha detto il neobugiardo fidentino - a mia insaputa. Mi ha chiamato un certo Bisignani e dalle intercettazioni risulta che questa nomina e' costata ben 450mila euro di tangente"

E' stata costituita a Le Piastre, sulla montagna pistoiese, l'Accademia italiana della bugia. A darne notizia e' stato il magnifico rettore dell'Accademia, il piastrese doc Emanuele Begliomini, eletto per acclamazione dai soci fondatori. Tra i primi ad aderire e a potersi quindi fregiare del titolo di bugiardo accademico, sono stati il sindaco di Pistoia, Renzo Berti, e la presidente della Provincia, Federica Fratoni.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Presidente onorario e' Gene Gnocchi, ''riconosciuto bugiardo ad honorem'' anche grazie alla sua magistrale partecipazione alla trentaquattresima edizione del Campionato italiano della bugia. L'edizione di quest'anno si svolgera' nella piazza principale de Le Piastre domenica 31 luglio, a partire dalle 16.30. Gnocchi, che all'ultimo momento ha dovuto rinunciare a partecipare alla presentazione, ha inviato una dichiarazione video.

''Sono stato nominato presidente - ha detto il neobugiardo fidentino - a mia insaputa. Mi ha chiamato un certo Bisignani e dalle intercettazioni risulta che questa nomina e' costata ben 450.000 euro di tangente. Quel che e' certo e' che ne sono onorato perche' questo e' l'incarico piu' prestigioso che ho ricoperto in vita mia''.

Il senato accademico e' composto dai 21 soci fondatori, cioe' Calogero Armato, Emanuele Begliomini, Marco Begliomini, Lorenzo Bizzarri ''Pistone'', Tiziano Carradori, Alessandra Corsini, Lorenzo Corsini, Giancarlo Corsini, Paolo Corsini, Simona Corsini, Stefania Fanti, Paolo Gregoriani, Fausto Livi, Alessandro Nannetti, Lara Meoni, Fioravante Pisaneschi, Giacomo Reggiannini, Fabrizio Scatizzi, Alan Tavanti, Alberto Tesi, Alberto Vivarelli. Cosi', a 130 anni dalla nascita del pistoiese Pinocchio, la tradizione bugiarda della terra di Cino si consolida e si dispiega nel terzo millennio.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Sepe cuore d'oro: non chiede gli affitti ai suoi inquilini

  • Coronavirus, manca la manodopera per la coltivazione dei pomodori: ecco come candidarsi

  • Coronavirus - Parma piange altri 14 morti, 48 nuovi casi: il totale arriva a 2.365

  • Coronavirus: muore a 60 anni l'attivista dei 5 Stelle Cinzia Ferraroni

  • Coronavirus, Parma piange altri 25 morti e 118 nuovi casi: il totale supera i 2.200

  • Coronavirus: muore a 54 anni Roberto Bocchi

Torna su
ParmaToday è in caricamento