Brown Sugar di Antonio Veneziani per la Giornata internazionale contro l'omotransbifobia

Il 17 maggio è la giornata internazionale contro l’omofobia, la bifobia e la transfobia.
Una giornata dedicata alla difesa dei diritti delle persone gay, bisessuali, lesbiche e transessuali. In tutte le maggiori città si organizzerano eventi per richiedere a gran voce una legge contro l’omofobia e Noi ai #Diari Sabato 18 , per la riedizione di un libro cult come "Brown Sugar", ospiteremo il poeta Antonio Veneziani, autore di punta Hacca. ✨✨✨ Sabato 18 maggio alle ore 18.00 alla libreria Diari di bordo di Parma in associazione con Agedo e L'Ottavo Colore per la Giornata Internazionale Contro l'Omotransbifobia, presentazione con Antonio Veneziani del libro "Brown Sugar, strade di polvere", Hacca Edizioni.

«I suoi versi lo precedevano. E lui ne fu all’altezza.» — Nicola Lagioia

«La presenza di Veneziani nel mondo è una presenza discreta, talvolta rabbiosa, sempre discontinua: alla ricerca perenne di una ragione per vivere. (…) La verità leggendaria del suo procedere è lì a premiarlo di ogni sventura che potrà patire in vita. Anche essere dimenticati.» — Dario Bellezza

«I personaggi di queste poesie-racconto sono vivi, oggetto dell’amore di un poeta che vorrebbe scrutarne la profonda intimità. (…) Alla ricerca della “vena nuda”, con un linguaggio trasparente e letterario, il poeta si aggira tra i corpi delle latrine, sperando di incontrare il grande amore e ogni volta trovando facce da criminali. Ciò che gli resta in mano è un pugno di parole, quelle di questi versi, che parlano di un’assenza inquietante, della paura di chi crede che insieme alla Realtà se ne sia andata per sempre anche la Generazione.» — Renzo Paris


I suoi versi lo precedevano di Nicola Lagioia

I suoi versi lo precedevano. E lui ne fu all’altezza.Ho conosciuto Antonio Veneziani nel 1998, fu una delle prime personalità del mondo letterario con cui venni a contatto quando, a venticinque anni, senza arte né parte, mi trasferii a Roma. Di Veneziani conoscevo le poesie di Brown Sugar, le prose di Fototessere del delirio urbano e poi I mignotti, l’inchiesta sulla prostituzione maschile che aveva realizzato insieme a Riccardo Reim. Era grazie a opere come quelle che, dietro la Roma mandata a memoria del secondo Novecento – la Roma di Federico Fellini e di Pier Paolo Pasolini, di Elsa Morante e di Alberto Moravia, di Amelia Rosselli e di Mario Schifano, e, dietro tutti loro, l’ombra lunga di un poeta senza tempo come Sandro Penna – si scorgeva una città diversa, una città notturna, sotterranea, sordida, viziosa, più vicina alle metropoli di William Burroughs che alle borgate del Riccetto. Gli anni Settanta erano passati sulla città cambiandole i connotati, era arrivato il glam e poi il punk, la discomusic e i travestiti, era arrivata l’eroina, era cambiata la prostituzione, il cuoio aveva sostituito il lino, il movimento di liberazione omosessuale aveva trovato (da Londra a Milano allesponde del Tevere) la voce e il corpo di Mario Mieli, e non aveva più paura a dire pane al pane e cazzo al cazzo. Se questo cambiamento la generazione precedente, per privilegio e handicap di anagrafe, lo aveva raccontato dal di fuori, quelli come Antonio Veneziani (o come Claudio Caligari, il regista di Amore tossico) ci erano dentro fino al collo, e infatti ne sono ancora oggi tra i testimoni più fedeli.

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di , potrebbe interessarti

I più visti

  • Parma Music Park, l'estate al massimo: Marlene Kuntz, Massimo Pericolo, Carl Brave e tanti altri

    • dal 24 maggio al 30 agosto 2019
    • Parma Music Park
  • Dal 10 marzo a ottobre 2019, 4 esclusivi appuntamenti con degustazione sensoriale per scoprire il Museo del Culatello e del Masalén di Polesine Parmense

    • dal 10 marzo al 31 ottobre 2019
    • Location varie
  • Mike Highsnob al Campus Industry

    • dal 6 ottobre 2018 al 6 ottobre 2019
    • Campus Industry
  • comix si fa - impariamo a disegnare fumetti!

    • dal 18 ottobre 2018 al 21 giugno 2019
    • Officine On/Off
Torna su
ParmaToday è in caricamento