L'impossibile e l'evento workshop teatrale di due giorni a cura di igor loddo

L'imprevisto. Il non programmato. L'indeducibile. L'imprevedibile. Qualcosa che non è stato messo in conto, che non è stato pensato né calcolato. Tutto ormai sembra essere prevedibile e programmato a tal punto che sembra non esserci più spazio per la sorpresa.

Ma la riflessione sull'impossibile ci suggerisce che l'esperienza umana è qualcosa di irriducibile a qualunque tentativo di programmazione, di pregiudizio, di previsione.

Diventa quindi prezioso, unico ed essenziale per un attore il consiglio di porsi nell'atto e processo creativo come in una ricerca costante dell'impossibile.

Impossibile non è inteso come qualcosa che non si può umanamente fare o come negazione.

E' il tentativo, in un mondo dominato dal "programmato", che ci suggerisce che l'impossibile è sostanziale per riscoprire che nell'essenza dell'esperienza umana c'è qualcosa di irriducibile a qualunque tentativo di programmazione, di pregiudizio, di previsione. Si tratta in effetti di liberare l'immaginazione per stabilire nuovi im-possibili nessi.

L'impossibile è anche tutto ciò che non crediamo possibile di raggiungere con il nostro corpo, la nostra voce, il nostro esistere sulla scena nello

spazio - tempo.

Sfidare l'impossibile, vederne i limiti, capirne le dinamiche, diventa allora un gioco creativo che grazie alle esperienze filosofiche e all' immaginazione dei grandi pensatori permette di affrontare un percorso di conoscenza che passa per le vie della mente, del corpo, delle emozioni attraverso tutti gli strumenti che il teatro e le arti possono fornire.

Durante il workshop proveremo a focalizzarci sulla possibilità di smontare la scena, di interromperla per inserire altro, di scardinare il legame che corre tra quello che sto facendo e quello che dirò, favorendo piuttosto un processo di destrutturazione e contrastando ogni programmazione e previsione.

Argomenti del workshop

Primo giorno

Fort/da: l'andata e il ritorno

Impossibile e possibile: l'esperienza nella respirazione

Sound of: l'orchestra e il duetto

Secondo giorno

Il visibile e l'invisibile: la disumanizzazione dell'attore sul palco.

NoBody: l'esperienza della divisione, della rinuncia

Tra il dire e il fare: l'invisibile per il visibile

Lo stage, rivolto ad attori e a persone che abbiano già avuto esperienza in ambito teatrale, si svolgerà a Parma il 19 e 20 Marzo 2016 dalle 10 alle 19.

Igor Loddo

Attore, regista, actor coach. Dopo essersi diplomato alla Scuola per l'Orientamento Teatrale Quelli di Grock, collabora con la compagnia teatrale, partecipando a varie produzioni. Nel corso degli anni si specializza nella formazione teatrale, cooperando con varie realtà. Entra a far parte del gruppo di attori italiani di Patrice Chéreau, regista di fama mondiale, dal quale è diretto per le produzioni di Tristan Und Isolde (prima mondiale Teatro alla Scala di Milano, 2007) e House Einem Totenhaus replicato in Italia e all'estero. Studia biomeccanica teatrale seguendo specifici master con diversi maestri russi. Collabora con il Teatro alla Scala come attore per varie opere ed è coach per diversi cantanti d'opera curando i movimenti scenici della "Madama Butterfly" diretta da Fabio Ceresa per la fondazione Pergolesi-Spontini. Abbina alla sua carriera attorale quella di formatore, per attori professionisti e non professionisti e in realtà diverse, come quelle aziendali. Personal Trainer per incentive aziendali e team building. E' stato per 10 anni attore della compagnia teatrale milanese Scimmie Nude, con la quale ha realizzato diverse produzioni (Amleto, Il Mare, Emigranti, Perversioni,Sconnessioni) e per la quale è stato docente di cattedra per il Laboratorio di secondo livello. Attualmente è direttore artistico del progetto Io Non Parlo, Sono Parlato, si occupa di formazione con Zeroquattro ed è stato Producer per la Fondazione Giangiacomo Feltrinelli per il progetto Io Non Parlo, Sono Parlato, si occupa di formazione con Zeroquattro ed è stato Producer per la Fondazione Giangiacomo Feltrinelli per il progetto HM.

Quota di partecipazione: 125€ comprensiva della tessera Artikoinè.

Per info ed iscrizioni: koine.arti@gmail.com cell. 366/4610507; 329/3420663

Iscrizioni entro il 01/03/ 2016

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di , potrebbe interessarti

I più visti

  • La musica che fa la storia: inizia la stagione al Campus Industry

    • dal 27 settembre 2019 al 16 maggio 2020
    • Campus Industry Music
  • 'Carosello. Pubblicità e Televisione 1957-1977': al via la mostra alla Magnani Rocca

    • dal 7 settembre al 8 dicembre 2019
    • Fondazione Magnani Rocca
  • Ecco il Barezzi Festival, da Echo & The Bunnymen a Vasco Brondi e Cristiano Godano: il programma

    • dal 15 al 17 novembre 2019
    • Teatro Regio, Auditorium Paganini
  • naked woman di roberto petrolini

    • Gratis
    • dal 9 al 28 novembre 2019
    • Chaos Art Gallery
  • Potrebbe interessarti

    Torna su
    ParmaToday è in caricamento