Viaggiatori nel freddo ai diari

Mercoledì 27 Aprile alle ore 18 alla Libreria Diari di bordo lo slavista Marco Raffaini ci conduce e ci affabula in un nuovo affascinante viaggio in Russia con una lettura tratta dal libro edito da Exorma'' Viaggiatori nel freddo Come sopravvivere all'inverno russo con la letteratura'' del collettivo sparajurij e poi con la visione del documentario "Italiani veri" di Marco Raffaini e Giuni Ligabue.
La serata è in collaborazione con l'Angolo dell'Avventura di Parma.

Nel libro ''Viaggiatori nel Freddo'' il protagonista esplora i luoghi della storia e della letteratura di Mosca come appaiono oggi, in un Paese, la Russia, in rapida trasformazione. Visita la dacia di Peredelkino, viaggia sulla leggendaria tratta Mosca-Petruški e sui treni notturni, luogo letterario per eccellenza della tradizione russa.Un modo per vedere la Russia contemporanea con gli occhi di chi la vive, la ama e la possiede in forma di parole.

Italiani Veri è un documentario sullo straordinario successo della canzone italiana in Russia e negli altri paesi dell'ex Urss negli ultimi 50 anni.La narrazione parte dall'inizio degli anni '60 quando la voce di Robertino, il bambino prodigio, che all'epoca aveva dodici anni, entra in Unione Sovietica e si diffonde fino a fargli vendere più di 50 milioni di dischi.

La sua popolarità diventa talmente grande che Valentina Tereshkova, la prima donna cosmonauta, chiede di poter ascoltare le sue canzoni a bordo della navicella spaziale, mentre in occasione di un incontro di calcio a Mosca tra le nazionali di Urss e Italia gli altoparlanti dello stadio diffondono, prima dell'esecuzione degli inni nazionali, proprio una canzone di Robertino.

Negli anni '80, invece, la televisione sovietica inizia a trasmettere ogni anno la serata finale del festival di Sanremo, vera e propria finestra sul "libero" Occidente: in questo modo le canzoni italiane di musica leggera possono essere ascoltate senza censure, a differenza di quanto avveniva con i maggiori gruppi rock inglesi e americani.

Questo fa sì che la fama dei cantanti italiani più rappresentativi (Toto Cutugno, Adriano Celentano, Al Bano e Romina Power, Pupo, Ricchi e Poveri, Riccardo Fogli, per citarne solo alcuni) si propaghi massicciamente in ogni angolo del paese dell'est europeo.

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di , potrebbe interessarti

I più visti

  • Parma Music Park, l'estate al massimo: Marlene Kuntz, Massimo Pericolo, Carl Brave e tanti altri

    • dal 24 maggio al 30 agosto 2019
    • Parma Music Park
  • Aperistreet in vigna

    • Gratis
    • dal 6 giugno al 12 settembre 2019
    • Monte delle Vigne
  • Dal 10 marzo a ottobre 2019, 4 esclusivi appuntamenti con degustazione sensoriale per scoprire il Museo del Culatello e del Masalén di Polesine Parmense

    • dal 10 marzo al 31 ottobre 2019
    • Location varie
  • Mike Highsnob al Campus Industry

    • dal 6 ottobre 2018 al 6 ottobre 2019
    • Campus Industry
Torna su
ParmaToday è in caricamento