Consumi: è attivo lo sportello on line di EmiliAmbiente

Sul sito si può comunicare la lettura del contatore, variare il recapito di spedizione bolletta o richiederla via mail, ma anche verificare i dati sull’andamento dei consumi. Per iscriversi basta inserire il PIN indicato sulla bolletta

È attivo sul sito web di EmiliAmbiente SpA, www.emiliambiente.it, lo sportello on line: una parte del portale in grado di interagire con l’utente, nel pieno rispetto della privacy, direttamente e in modo esaustivo. Basta avere un computer collegato alla rete e seguire le semplici istruzioni di accesso per avere davanti a sé un vero e proprio front-office in grado di esaudire ogni richiesta.

Per accedere ai servizi on line si deve entrare nella sezione “Sportello on line” di www.emiliambiente.it, e registrarsi utilizzando il PIN indicato sulla bolletta. Occorre quindi scegliere ed inserire una “username” e una “password”; a questo punto l’utente potrà richiedere informazioni o sporgere reclami, comunicare la lettura del contatore per ottenere la fatturazione su consumi certi, visualizzare i dati principali del contratto e validarli on line, variare il recapito di spedizione bolletta e corrispondenza o richiedere la fattura tramite e-mail. Ancora, tramite lo sportello on line si può richiedere la disdetta del contratto di fornitura, visualizzare i dati principali delle fatture emesse negli ultimi due anni, richiedere la rettifica o la verifica di una fattura che, secondo il cliente, presenta dei problemi, visualizzare – anche in forma di grafico - i dati principali sull’andamento dei consumi negli ultimi due anni.

«Vogliamo mantenere e rafforzare – sottolinea Emiliano Occhi, Presidente di EmiliAmbiente – il nostro legame con il territorio: in questo senso le nuove tecnologie rappresentano uno strumento dalle straordinarie potenzialità, su cui la società sta investendo con decisione».

«Il nuovo sportello on line - spiega Monica Caffarra, Responsabile Comunicazione, Immagine e Relazioni Istituzionali dell’azienda che gestisce il servizio idrico integrato di tredici comuni della Bassa parmense - è il frutto di un progetto ancora più complesso che ha visto EmiliAmbiente dotarsi di un nuovo sistema gestionale ottenuto unificando e razionalizzando i software utilizzati in precedenza: ora possediamo un unico database in grado di raccordare tutti i settori, precedentemente parcellizzati in molte macchine differenti. Il nuovo sistema ci consente, inoltre, di emettere la bollettazione senza affidarci ad un gestore esterno: il tutto ci consente un risparmio calcolato in oltre 137mila euro annui.

«Si tratta di un passo “da grandi” – conclude Dino Pietralunga, direttore di EmiliAmbiente - di cui gli utenti potranno godere concretamente e personalmente tutti i benefici». A giudicare dai dati sull’accesso al sito questo messaggio è già passato: a fine febbraio, infatti, dopo soli due mesi di attivazione e senza nessuna promozione del servizio, si erano già iscritte 150 persone.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia a Pilastrello, auto esce di strada: muore il conducente 51enne

  • Maestra parmigiana litiga su Twitter con un fumettista: poi si incontrano e lo sposa

  • Fase 2: ecco cosa si potrà fare (e cosa no) dal 3 giugno

  • Coronavirus: a Parma un morto e 4 nuovi casi

  • Emergenza Covid-19, 100 carabinieri contagiati: un militare di Noceto è deceduto

  • Coronavirus, 3 giugno: ecco cosa potranno fare da oggi i parmigiani

Torna su
ParmaToday è in caricamento