parma cultura amica di carlo gianini

Alla Chaos Art Gallery inaugura sabato 26 ottobre alle 16 una mostra di 38 ritratti d’illustri rappresentanti della cultura parmigiana del ‘900, amici e confidenti dell’artista Carlo Gianini che li ha immortalati restituendoci il loro spirito e il loro spessore umano. Fino al 7 novembre.

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di ParmaToday

Il “pantheon” dell’anima di Carlo Gianini è preludio perfetto all’anno di Parma “capitale della cultura”. E’ un omaggio personalissimo e sentito ai grandi protagonisti della città dal Dopoguerra ai giorni nostri. Il filo rosso che li unisce è da una parte la cultura di cui sono stati egregi rappresentanti e dall’altra l’amicizia con l’artista. Da ciò ne deriva il titolo “Parma cultura amica”. Con questa mostra di ritratti “parmigiani”, il curatore Marzio Dall’Acqua e il pittore Gianini fanno un’operazione di sostanza per rievocare il passato come essenziale veicolo di valori quali il sodalizio intellettuale, il vitalismo creativo, il dibattito e il confronto sapiente, vissuti dall’autore in prima persona, come ci racconta nella sua breve autobiografia. Così, se Parma sarà incoronata capitale della cultura nel 2020, deve tale riconoscimento anche ad alcuni personaggi che qui appaiono immortalati. Sono tutti quelli che Gianini ha incontrato, ha apprezzato, condividendone un pezzo di strada oppure solo sogni, ideali, suggestioni artistiche e sperimentazioni. La storia passa sui volti e nei volti è impresso il racconto umano. Se è vero che le opere contano più dell’aspetto di chi le ha realizzate, tuttavia il rintocco dello spirito trascorre in questi ritratti e il pennello coglie dell’uno la fierezza, dell’altro il carattere schivo, oppure l’ironia, la modestia, l’impeto, la passione, la concentrazione. Di ognuno di essi, rigorosamente ordinati nel catalogo in ordine alfabetico, quindi dalla Lydia Alfonsi a Bruno Zoni, passando per Barilla, i Barilli, i Bertolucci, i Ferrari, Mattioli, Mossini, Ricci, Scrollavezza, Torelli, Toscanini e tanti altri, Gianini ha colto la caratteristica più spiccata, il tratto che li ha distinti, ha interpretato il codice della loro anima in uno sguardo, in una piega del viso. L’esposizione è un omaggio al cuore di Parma, l’album dei ricordi di questa piccola capitale. Per andare avanti bisogna sapere chi siamo. Per sapere chi siamo bisogna ricordare chi siamo stati. La cultura che ci fa crescere e ci fa respirare fortunatamente ancora oltre la coltre soffocante dell’indifferenza e della superficialità, è fatta da uomini, è fatta di uomini, di storie, di vite. E di volti. Tutti quelli della cultura amica di Gianini certo. Ora anche un po’ amica nostra. Inaugurazione A cura di Manuela Bartolotti e Marzio Dall’Acqua Sabato 26 ottobre ore 16 Catalogo in mostra Orario apertura Da martedì a sabato 10.00 – 12.30 / 16.00 - 19.00 Domenica 16.00 - 19.00 Lunedì chiuso Ingresso libero Contatti E-mail: info.chaosartgallery@gmail.com
Torna su
ParmaToday è in caricamento