Polesine-Zibello, Censi sindaco: la politica ha sconfitto le polemiche

L'ex-sindaco di Polesine, processato e assolto per spaccio di droga nel 2013, è stato segnalato come assuntore di cocaina nel 2016. Ieri 5 giugno è stato eletto primo cittadino del nuovo Comune Polesine-Zibello

Andrea Censi trionfa dopo la vittoria

Il sindaco di Polesine-Zibello Andrea Censi è stato eletto sindaco del nuovo Comune, unito dopo il Referendum. Censi che in passato è stato coinvolto in vicende legate alla droga con l'ultima inchiesta dei Carabinieri denominata Grande Fiume sullo spaccio di cocaina nella Bassa parmense che lo vedeva come consumatore, è stato eletto come primo cittadino. Le polemiche che hanno coinvolto la sua persona non hanno superato i contenuti politici del candidato del centrosinistra che si è imposto su quello del centrodestra.

Nel 2013 Andrea Censi è stato assolto da una pesante accusa: spaccio di sostanze stupefacenti: un giovane 30enne di Zibello, che era stato fermato in auto con mezzo chilo di cocaina, aveva fatto il nome del sindaco. Da lì in rinvio a giudizio per spaccio e poi l'assoluzione perchè 'il fatto non sussiste', poichè. come stabilito dal Giudice, la cocaina era destinata al consumo di gruppo e non allo spaccio. 

Potrebbe interessarti

  • Piscine interrate: costi e tempi per averne una nel proprio giardino

  • E' vero che i farmaci generici sono uguali a quelli di marca?

  • Ma come ti vesti... a un matrimonio estivo? Ecco tutti i consigli

  • Verità e falsi miti sui rimedi anti medusa

I più letti della settimana

  • Chiesi, 4 lettere di licenziamento: parte lo stato di agitazione

  • Neonato di 8 mesi si ustiona in Autogrill: è grave al Maggiore

  • Ecco le baby gang che tengono in ostaggio il centro: "Giovanissimi tra alcol, droga e risse violente"

  • Roncole Verdi: motociclista 57enne cade sull'asfalto e muore

  • "Invasione di sciami di cimici pericolose in Emilia-Romagna"

  • Metalmeccanici, il 14 giugno è sciopero generale: lavoratori di Parma alla manifestazione di Firenze

Torna su
ParmaToday è in caricamento