Bilancio del sindaco, Zilli: "No alla città vetrina. Serve lavoro per i giovani"

La segretaria provinciale dell'Italia dei Valori attacca duramente Vignali: "Siamo tra i primi in Italia per cementificazione e rischio crac finanziario. Ghiaia e Hub Cafè i peggiori esempi di quest'amministrazione"

La nostra città è la terza in Italia per i livelli di cementificazione e tra le prime a rischio crac per le centinaia di milioni di debiti, noi dell’Italia dei Valori non crediamo sia il caso di lodare le opere faraoniche realizzate nel 2010 e identificarle come ‘sviluppo’; consideriamo quest’ultime, invece, come l’ennesima prova della politica dell’immagine di questa giunta e dello sperpero di denaro pubblico, con conseguente indebitamento”.

Così Paola Zilli risponde al bilancio rilasciato dal sindaco Vignali in merito a ciò che è stato realizzato nel corso del 2010.

“Per quanto riguarda il 2011 – continua - non possiamo auspicarci nulla di meglio, visto come l’amministrazione comunale ha agito nell’anno appena terminato, Ghiaia e Hub Cafè per citare due esempi. La città di Parma ha la propria cultura e le proprie tradizioni, esse non possono essere cancellate privatizzando e occultando il patrimonio architettonico con una vela dalle proporzioni monumentali".

"L’Italia dei Valori di Parma – conclude - si è sempre battuta nelle piazze, con i banchetti, le petizioni popolari e le tante partecipazioni a manifestazioni, presidi e assemblee pubbliche. Anno nuovo, stesso rigore politico con il quale andiamo avanti per una città che non necessita di esercito e fioriere, ma di un’ondata di legalità e lavoro per i giovani”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia a Bedonia, precipita con l'auto nel Taro: muore 20enne

  • Terrore a Fidenza: rogo a bordo dell'autobus pieno di studenti

  • Panico in via Newton, fiamme nella scuola: evacuati gli studenti

  • Fallisce la Sebiplast: al via i licenziamenti collettivi

  • E' morto Beppe Aliano, il 19enne rimasto coinvolto nello scontro di Fontanini

  • Blitz in casa di un commerciante 46enne: in cantina 23 chili di hashish nascosti tra le bottiglie di vino

Torna su
ParmaToday è in caricamento