Foibe, Aimi: “A Parma vergognoso convegno negazionista”

"Chiediamo al sindaco di Parma, il caro Pizzarotti che tanto ama distribuire bollini antifascisti, di prendere le distanze da questo convegno e dai suoi organizzatori"

"Ancora una volta, a Parma - ha dichiarato Enrico Aimi, senatore e commissario provinciale Forza Italia di Parma - si svolgerà l’indegno e vergognoso convegno negazionista dal titolo “Foibe e fascismo” con tanto di video “Basovizza, un falso storico”. Inutile dire che il Giorno del Ricordo è istituito con legge dello Stato e la negazione di quei fatti potrebbe configurare ipotesi di reato. Ci sono voluti anni per riconoscere alle vittime delle foibe, per decenni italiani di serie B che si ritrovarono ad essere considerati stranieri in casa loro, la stessa dignità delle altre vittime di quel complesso periodo storico. Eventi come questi ostacolano il già difficile percorso di riappacificazione che invece è necessario al Paese. Sul volantino dell’evento compare inoltre l’associazione Anppia e il Comitato Antifascista antimperialista per la Memoria storica: vorremmo a questo punto una chiara presa di posizione di quelle Istituzioni che, a qualunque livello, continuano a finanziarie associazioni come l’Anppia che poi si prestano a questo tipo di propaganda. Si sa, tutto ciò che di buono esiste nel nostro Paese, come la legge sul Giorno del Ricordo, quando finisce nelle mani delle sinistre diventa occasione per fare revisionismo, negazionismo e partigianeria. Chiediamo al sindaco di Parma, il caro Pizzarotti che tanto ama distribuire bollini antifascisti, di prendere le distanze da questo convegno e dai suoi organizzatori che, proprio nella sua città, sembrano trovare una accoglienza particolarmente calorosa".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia in via Bologna: 50enne incinta di sette mesi muore in casa

  • Coronavirus, l'appello choc di una 26enne: "In 40 metri quadri in 6 con 4 figli: non abbiamo i soldi per fare la spesa"

  • Buoni spesa, Pizzarotti: "Da venerdì si potrà compilare il modulo online: ecco chi potrà chiederli"

  • Coronavirus: a Parma tamponi si fanno dalla propria auto

  • Coronavirus, Parma piange altri 25 morti e 118 nuovi casi: il totale supera i 2.200

  • Coronavirus, Venturi contro Borrelli: "Il 1° maggio a casa? Smettetela di diffondere opinioni senza certezze"

Torna su
ParmaToday è in caricamento