Giro della Padania, a Salso niente scontri: 'parapiglia' a Tabiano

Il passaggio della gara ciclistica nella cittadina parmense si è svolto senza incidenti, all'altezza del Poggio Diana invece una ventina di persone hanno tentato di interromperla

 Nonostante le previsioni dei giorni scorsi si è svolta senza particolari incidenti il passaggio del Giro di Padania a Salsomaggiore. La terza tappa, partira da Lonate Pozzolo è giunta nella cittadina parmense nel pomeriggio di oggi: tagliando per il primo il traguardo Sasha Modolo è tornato in vetta alla classifica generale. Notevole lo spiegamento delle forze dell'ordine nei pressi dell'arrivo della tappa, in viale Matteotti e lungo tutto il percorso. Il passaggio dei ciclisti è stato sorvegliato a vista dagli uomini della Digos, da poliziotti in assetto antisommossa, vigili urbani e carabinieri. Dietro alle transenne solo alcuni militanti della Cgil di Parma hanno sventolato le bandiere e esposto alcuni cartelli contro il Giro di Padania.

Nella cittadina di Tabiano invece ci sono stati momenti di tensione per il tentativo di una ventina di militanti soprattutto di Rifondazione Comunista, tra cui il segretario regionale Nando Mainardi, di interrompere l'avanzata dei ciclisti. Alcuni si sono sdraiati sull'asfalto mentre una persona è stata identificata dopo che, durante un parapiglia, era caduto a terra insieme al carabiniere che aveva tentato di fermarlo. Domani il Giro ripartirà alle 11 di mattina da Noceto.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Aeroporto, gli industriali ci mettono 8.5 milioni di euro: ecco i nuovi voli

  • "La Pianura Padana è una camera a gas"

  • Trova una ladra in camera da letto, la blocca e la fa arrestare: 26enne serba in carcere

  • Fontanellato: 40enne morsa al polpaccio da una nutria

  • Maxi blitz di polizia, carabinieri e finanza: città al setaccio

  • Dramma della disperazione in borgo Felino: 73enne trovato morto in casa

Torna su
ParmaToday è in caricamento