Lega: "La lettera di Toscani e la posizione del Comune offendono tutta la città"

Paolo Azzali in Consiglio Comunale: "Quali strumentalizzazioni? Toscani, Guerra e il silente Pizzarotti fingono di non capire che non è stato strumentalizzato proprio nulla"

Dopo la lettera di scuse di Oliviero Toscani per le polemiche innescate dalle sue dichiarazione sul ponte Morandi Paolo Azzali, consigliere della Lega in Consiglio Comunale è intervenuto sull'argomento. "Da giorni una cospicua parte di cittadini parmigiani, per mezzo dei propri rappresentanti politici, chiede al Sindaco di Parma di cancellare la presenza di Oliviero Toscani dagli eventi di Parma 2020, in seguito alle vergognose dichiarazioni sul crollo del Ponte Morandi di Genova. Dopo giorni di silenzio, la pseudo lettera di scuse di Toscani e le dichiarazioni dell’assessore Guerra, che dice ‘tutto a posto’, sono allo stesso modo irricevibili. Come nei giorni scorsi, il fotografo tenta di difendersi dichiarando che le sue parole sono state strumentalizzate. Una vergogna nella vergogna. Toscani lo conosciamo, non è nuovo a frasi ingiuriose del genere, ma la cosa peggiore di questi ultimi giorni sono stati il silenzio di sindaco e giunta e la dichiarazione odierna dell’assessore Guerra, in piena sintonia con il fotografo, che parla di strumentalizzazioni. Quali strumentalizzazioni? Toscani, Guerra e il silente Pizzarotti fingono di non capire che non è stato strumentalizzato proprio nulla. La frase ‘a chi vuoi che interessi se crolla un ponte’ e il tono sprezzante con cui è stata pronunciata l’hanno sentita tutti. E' il loro teatrino che offende tutta la città. Come la maggioranza dei parmigiani crediamo che la città debba prendere le distanze da una simile figura che nulla ha a che fare con manifestazioni culturali e soprattutto che non può rappresentare la nostra città durante le celebrazioni di Parma 2020. Sindaco e giunta dovrebbero vergognarsi".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, primi due casi a Parma: un uomo e una donna ricoverati al Maggiore

  • Coronavirus, la situazione in Emilia-Romagna: "Chi ha dubbi chiami il 118, non vada al Pronto Soccorso"

  • Montechiarugolo e Lesignano: tamponi e isolamento domiciliare per i famigliari dei contagiati

  • Coronavirus, due nuovi casi a Parma: il bilancio si aggrava e sale a quattro

  • Coronavirus, è psicosi: supermercati presi d'assalto anche a Parma

  • Coronavirus: si cercano le persone a contatto con l'uomo di Lesignano la sera del ballo a Codogno

Torna su
ParmaToday è in caricamento