Pizzarotti a Salvini: "Meno atteggiamenti da fenomeno, fai il Ministro ti paghiamo per questo"

Il sindaco ha risposto alle parole del Ministro dell'Interno

Il primo cittadino di Parma Federico Pizzarotti ha risposto alle parole del Ministro dell'Interno Matteo Salvini che, dal palco della festa della Lega a Fontevivo ha consigliato ai sindaci, compreso quello di Parma, di fare come i sindaci leghisti, accusando Pizzarotti di essersi accorto tardi della situazione in stazione. 

"Ieri Salvini era in provincia di #Parma e sbraitava isterico alla folla che i sindaci italiani dovrebbero prendere esempio dai sindaci della Lega. All'affermazione sarebbero dovuti seguire esempi concreti su cosa prendere spunto, ma non ce n'è stato mezzo. Passiamo oltre. 

In chiusura del discorso se ne esce con l'affermazione: il sindaco di Parma si è accorto che nella zona della sua stazione ci sono situazioni di microcriminalità, e quindi mi ha scritto richiedendo una camionetta dell'esercito. Premesso che ho scritto a lui come avevo scritto a Minniti, ma caro Ministro, ti rispondo con tranquillità: ti ho richiesto la presenza dell'esercito perché sei il Ministro dell'Interno, ieri puntavi il dito proponendo soluzioni, oggi sei chiamato ad agire. 

Quindi ritorna al lavoro e rispondi alla lettera scritta ormai tre mesi fa dalla città di Parma: meno campagna elettorale, è finita, meno atteggiamenti da fenomeno. Fai il Ministro, ti paghiamo per questo". 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragico schianto a Varano dè Melegari, esce di strada con l'auto: muore 33enne

  • Venditti: "Ci hanno tolto la luce, abbiamo interrotto il concerto: imbarazzante"

  • Artigiano 35enne di Busseto stroncato da un malore in vacanza

  • "Quel medico ha cercato di infilarmi le mani sotto gli slip: ho rischiato di ferirmi con l'ago"

  • Sorbolo, pauroso frontale tra due auto in via Mantova: tre feriti gravi

  • Fatture false, società fantasma e fondi di denaro 'occulti' per evadere il fisco, tre arresti: sequestrati immobili di lusso

Torna su
ParmaToday è in caricamento