Giro di Padania, Prc: "E' una parata di regime. I comuni lo boicottino"

Boicottare il passaggio del Giro di Padania negando il nulla osta al transito della corsa della Lega Nord. E' quanto chiede il Prc dell'Emilia-Romagna, con una nota firmata da Nando Mainardi, Paola Varesi e Roberto Montari

Boicottare il passaggio del Giro di Padania, come ha fatto il sindaco di Piacenza, Reggi negando il nulla osta al transito della corsa ciclistica sponsorizzata dalla Lega Nord. E' quanto chiede il Prc dell'Emilia-Romagna, con una nota firmata da Nando Mainardi, segretario regionale, Paola Varesi e Roberto Montari, a capo rispettivamente delle federazioni di Parma e Piacenza.

Il 7 settembre la gara attraverserà il territorio piacentino e la tappa si concluderà a Salsomaggiore, per poi ripartire il giorno dopo da Noceto. "Chiediamo - scrive il Prc - ai sindaci dei comuni e ai presidenti delle Province di Parma e di Piacenza di fare come ha fatto il Comune di Piacenza e di negare ogni autorizzazione".

La Padania, prosegue la nota, "non esiste, è semplicemente il progetto politico delirante e secessionista della Lega Nord fondato sull'egoismo territoriale e sul razzismo, e il Giro della Padania è al servizio di quel progetto". La Lega Nord organizza "una parata di regime, contribuisce a massacrare le donne e gli uomini che vivono nel paese, nord compreso, tagliando diritti, salari e pensioni".

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Aeroporto, gli industriali ci mettono 8.5 milioni di euro: ecco i nuovi voli

  • "La Pianura Padana è una camera a gas"

  • Trova una ladra in camera da letto, la blocca e la fa arrestare: 26enne serba in carcere

  • Fontanellato: 40enne morsa al polpaccio da una nutria

  • Maxi blitz di polizia, carabinieri e finanza: città al setaccio

  • Dramma della disperazione in borgo Felino: 73enne trovato morto in casa

Torna su
ParmaToday è in caricamento