Tangenti STT, Zilli (Idv): "Urge cambio di rotta"

Intervento della coordinatrice provinciale dell'Italia dei Valori dopo gli arresti di questa mattina per concussione

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di ParmaToday

"L'ennesima dimostrazione di un sistema marcio da cambiare radicalmente e profondamente nel quale la politica ha pensato ad operare prediligendo i propri affari e interessi, ignorando il benessere comune dei cittadini. Un numero spropositato di partecipate, decine e decine di  dirigenti, un sistema per eludere il patto di stabilità e creare un debito spaventoso: tutto ciò appartiene e deve appartenere esclusivamente al passato, Parma ha bisogno di un cambio di rotta." Così Paola Zilli, coordinatrice provinciale dell'Italia dei Valori, commenta l'operazione "Spot Money" della  Finanza che ha portato agli arresti di due dirigenti di Stt.

"Cambiano i nomi ma il gioco perverso rimane lo stesso - continua - mazzette, corruzione e concussione per far sì che determinate aziende ottengano gli appalti desiderati. Parma ha vissuto in questi anni di amministrazione Vignali in un fitto sistema di illegalità e corruzione diffusa, tutto ciò ha portato la nostra città allo sfascio, sia dal punto di vista etico che da quello economico.  Fortunatamente - conclude la Zilli - il cambiamento è vicino e possibile, e Parma potrà finalmente voltare pagina e ricominciare ponendo al centro del prossimo progetto politico l'interesse esclusivo della  cittadinanza."

Torna su
ParmaToday è in caricamento