Caso Tep-Stt, la Lega: "Vignali faccia chiarezza oppure si dimetta"

I vertici regionali del Carroccio denunciano la poca trasparenza dell'amministrazione comunale nella gestione delle partecipate. Intanto Corradi presenta un'interrogazione sui disservizi del trasporto scolastico

Si è svolta oggi la conferenza stampa organizzata dalla Lega Nord sulle vicende che hanno coinvolto le società TEP (per metà del Comune di Parma e per metà della Provincia), e STT (società di esclusiva proprietà del Comune di Parma).
Alla conferenza stampa erano presenti il Segretario del Carroccio dell’Emilia, On. Angelo Alessandri, il Sen. Giovanni Torri, l’On. Fabio Rainieri, il Cons. Reg. Roberto Corradi ed il Segretario di Parma Dr. Andrea Zorandi.

I rappresentanti della Lega Nord hanno criticato fortemente la poca trasparenza che caratterizza l’Amministrazione Comunale di Parma, soprattutto nella gestione delle Società partecipate.
Gli intervenuti hanno lamentando altresì che una società come la TEP, che ha un parco veicoli con un significativo numero di mezzi obsoleti, e criticità in alcuni servizi essenziali, quali per esempio il trasporto scolastico, non può e non deve “tesorizzare” milioni di euro pubblici, ma li deve investire in mezzi e servizi a vantaggio dei cittadini-utenti.
Dagli esponenti del Carroccio un unico coro: “O Vignali istituisce una Commissione super partes destinata ad esaminare le società partecipate ed a fare chiarezza fino in fondo, oppure farebbe bene a dimettersi.”

 

Interrogazione di Corradi sui disservizi del trasporto scolastico

Il Consigliere Regionale della Lega Nord, Roberto Corradi, ha presentato un’interrogazione alla Giunta evidenziando carenze e disservizi nel settore del trasporto scolastico degli studenti delle scuole superiori, gestito dalla TEP S.p.a. di Parma.
Nell’interrogazione il Consigliere leghista riporta alcuni esempi di disservizi segnalati allo stesso di diversi studenti e genitori, quali la soppressione della “corsa” per studenti che collegava i Comuni della “bassa parmense” non l’Istituto Alberghiero di Salsomaggiore Terme; scelta che obbliga gli studenti a lunghe peregrinazioni ed a ricorrere a tre diversi mezzi di trasporto (per esempio:  da San Secondo a Parma in autobus, da Parma a Fidenza in Treno, da Fidenza a Salsomaggiore con un altro treno).
Anche gli studenti di alcune popolose frazioni di Parma (Corcagnano e Carignano), sono costretti a lunghe attesa prima di poter rientrare alle proprie abitazioni.
Il Consigliere leghista porta anche l’esempio degli studenti di Medesano (PR), ed anche di Felegara e S. Andrea Bagni, costretti a viaggiare “stivati come sardine”, al punto che in alcune occasioni alcuni studenti non sono riusciti ad entrare nell’autobus, ritardando di ore il loro rientro a casa.
Per Corradi: “Un adeguato servizio di trasporto scolastico dovrebbe rappresentare un elemento qualificante per la TEP S.p.a..   Mi auguro che la Regione faccia presente le criticità che ho segnalato nell’interrogazione, affinché la TEP intervenga rimuovendo gli attuali disservizi, che penalizzano studenti e famiglie.”
Con l’interrogazione il Consigliere leghista ha chiesto alla Giunta di Vasco Errani se non ritenga utile attivare verifiche presso la TEP S.p.a. di Parma, evidenziando a quest’ultima  la necessità di adottare le opportune iniziative finalizzate a rimuovere le criticità nel servizio di trasporto scolastico.
 

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Parma usa la nostra Partner App gratuita !

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia a Bedonia, precipita con l'auto nel Taro: muore 20enne

  • Panico in via Newton, fiamme nella scuola: evacuati gli studenti

  • Terrore a Fidenza: rogo a bordo dell'autobus pieno di studenti

  • Fallisce la Sebiplast: al via i licenziamenti collettivi

  • Spettacoli teatrali, arte e mercatini...di Natale: week end ricchissimo

  • E' morto Beppe Aliano, il 19enne rimasto coinvolto nello scontro di Fontanini

Torna su
ParmaToday è in caricamento