Miracolo Malori, torna in pista dopo il coma

Il ciclista di Traversetolo ha vinto la gara più importante della sua vita. Il 22 gennaio in Argentina il brutto incidente. Dopo nove mesi riabbraccia la sua bici: "Il 9 settembre ricomincio"

Era il 22 gennaio, quinta tappa del Tour di San Luis, Argentina. Adriano Malori rimane vittima di un incidente bruttisimo, batte la testa sull'asfalto. Otto mesi di stop e trauma cranico per il quale i medici lo avevano indotto in coma farmacologico. Il responso è grave. Al risveglio i medici gli leggono i risultati delle analisi: cervello sconnesso dalla parte destra del corpo. "Con tanto lavoro e un po' di fortuna potrai tornare a essere una persona normale". Inizia il percorso di riabiliazione, fino alla speranza. Un percorso lungo e faticoso che ha una sola meta: ripartire in sella a una bici. E nel magazzino della squadra, il 28 aprile, Adriano riprende a pedalare. Il dieci agosto l'ok per tornare a gareggiare. Il nove settembre si ricomincia. Dal Canada: occhi lucidi per festeggiare la vittoria più importante della sua carriera.

Potrebbe interessarti

  • Come smettere di fumare: trucchi e consigli

  • Come combattere il caldo durante il viaggio in auto

  • Sabbia in casa: trucchi e consigli per liberarsene

  • Quando gli odori risvegliano i ricordi

I più letti della settimana

  • Picco di caldo a Parma: ecco come saranno le temperature per Ferragosto

  • Motociclista 36enne muore al Maggiore dopo uno scontro contro un pick up

  • Rischia di annegare al mare a Marina di Massa: 38enne di Fontanellato gravissima

  • Atleta cade in un burrone durante una gara di trial: 48enne muore al Maggiore di Parma

  • Organizzava spedizioni punitive dalla sua casa di Borgotaro: arrestato boss della 'Ndrangheta

  • Scossa di terremoto 3.9 con epicentro a Borgotaro

Torna su
ParmaToday è in caricamento