Parma, idea Rolando: proposto l'ex Porto

Il difensore svincolato arriverebbe a costo zero: riformerebbe la coppia con Bruno Alves

Rolando con Bruno Alves ai tempi del Porto - foto Ansa

A meno cinque giorni dalla chiusura del mercato, posticipata a lunedì 2 alle ore 22, il Parma sta cercando di piazzare gli ultimi colpi per assestarsi e garantire a Roberto D'Aversa una doppia scelta per ogni ruolo. La partita con l'Udinese si avvicina, il tecnico ha blindato gli allenamenti e prepara la gara per cercare di tramutare in punti i complimenti strappati all'esordio contro la Juventus. Con l'arrivo di Giuseppe Pezzella proprio dall'Udinese (il giocatore si è presentato mercoledì in Piazza Garibaldi), il suo Parma è più completo

Quello che manca probabilmente è ancora un difensore centrale. L'impossibilità immediata di arrivare a Tonelli, per il quale il Napoli chiede cifre importanti, e il parere contrario di Antonio Conte rispetto a un ritorno possibile di Alessandro Bastoni in crociato, per adesso spingono Daniele Faggiano a guardarsi intorno. I nomi sul taccuino del ds, che ha condotto un'estate a mille per garantire al suo tecnico una squadra quasi completa già a fine luglio, non mancano sicuramente. A questi va aggiunto quello di Rolando, portoghese ex Inter e Porto tra le altre e grande amico di Bruno Alves. Il Parma valuta, sarebbe un acquisto senza costi, il giocatore non ha un ingaggio elevato e la spesa sarebbe di quelle sostenibili. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Rapina una donna in piazzale Pablo: 19enne gambiano lo insegue e lo fa arrestare

  • Guida Michelin: ecco i ristoranti stellati del parmense

  • Paura per una 48enne scomparsa, salvata grazie al cellulare: era in un canale in stato di assideramento

  • Coltellate sul Frecciarossa, sotto choc il parmigiano che ha difeso la donna: " Usata una cinta per fermare l'emorragia"

  • C'è un'altra Parma sotto terra

  • Donna accoltellata sul Frecciarossa da un addetto alle pulizie: 44enne di Parma ferito mentre cerca di fermare l'aggressore

Torna su
ParmaToday è in caricamento