Parma, si muove Pizzarotti: per il Balo va a Montecarlo

Il presidente a casa Raiola con Faggiano per cercare di stringere. Ma la distanza tra le parti resta

Mario Balotelli - foto Ansa

Che il Parma abbia in mente di regalarsi Mario Balotelli non è più un mistero. Daniele Faggiano sta lavorando giorno e notte per cercare di ridurre la distanza tra la domanda e l'offerta, un nodo che al momento sarebbe difficile da sciogliere. Ci ha provato personalmente il presidente Pietro Pizzarotti, che si è messo in gioco muovendosi ufficialmente. Al fianco del suo direttore sportivo, ha cercato di capire come fare per superare questo ostacolo che - ad oggi - pare veramente difficile anche solo pensare di aggirare.

Il presidente del Parma l'altra settimana, a bordo di un aereo privato, è atterrato assieme a Daniele Faggiano a Montecarlo, destinazione villa-Raiola, per prendere di petto la situazione e muoversi con estrema decisione anche per dare un segnale forte. La volontà di garantirsi il giocatore ha spinto Pizzarotti e Faggiano a guardare in faccia il boss degli agenti, che spinge per mettere sul piatto un ingaggio top per il suo assistito, più una buona - ottima, potremmo dire - provvigione per lui.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L'incontro però, con tutta la buona volontà, non sarebbe servito a schiarire una situazione che rimane nebulosa, dato che la distanza c'è e - se volete - è abbastanza più netta di quanto sembri. Tale per cui, ad oggi, Balotelli rischia di rimanere una suggestione. La trattativa è partita, il Parma ha dimostrato di voler fare di tutto pur di portare a casa un giocatore che aiuterebbe nel contempo a rilanciarsi, ma a quelle cifre diventa impossibile continuare. O Raiola abbassa le pretese (avrebbe sparato altissimo sulla commissione, oltre ad aver preteso una percentuale su un'eventuale rivendita) oppure la trattativa può considerarsi chiusa

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: a Parma 21 nuovi casi e 2 morti

  • Tragedia a Pilastrello, auto esce di strada: muore il conducente 51enne

  • Morte del piccolo Jacopo, oggi l'autopsia: due persone indagate per omicidio colposo

  • Dal 3 giugno via libera agli spostamenti da Parma nelle altre regioni

  • Fase 2: ecco cosa si potrà fare (e cosa no) dal 3 giugno

  • Bonus affitto per famiglie e persone in difficoltà a causa dell'emergenza Covid: contributo fino a 1.500 euro

Torna su
ParmaToday è in caricamento