D’Aversa: “Buon ritiro, la società sta facendo un grande lavoro”

Il tecnico del Parma alla fine della partita con l’Obermais: “Inglese è un giocatore importante per noi”

Al termine dell’ultimo match amichevole giocato dal Parma nel ritiro di Prato Allo Stelvio, Mister Roberto D’Aversa ha commentato la gara vinta contro il Maia Alta.

Ecco le sue parole:

In queste due settimane si è lavorato molto bene, abbiamo avuto qualche acciacco come Kucka ieri ma è una cosa molto leggera, oltre a Siligardi qualche giorno fa; ma va considerato che si lavora con carichi molto alti e i ragazzi stanno facendo molto bene. Più che per ruoli in campo andiamo alla ricerca di occupazione di spazi: Kulusevski può fare sia la mezzala a piede invertito che l’esterno poichè è un giocatore intelligente e molto bravo, Karamoh è più lineare come giocatore ed ha anche una condizione fisica diversa perchè più indietro rispetto a Dejan. Sono due giovani promesse che possono fare molto bene”.

La società fino adesso ha lavorato in maniera eccellente, perchè mi ha dato la possibilità di provare già dei meccanismi all’interno di questo gruppo, le voci di mercato sono diverse: lì dove ci fossero delle scelte in uscita ci sarebbe anche il mio dispiacere ad esempio per uno come Jacopo Dezi che sta dimostrando dentro e fuori dal campo di essere un grande professionista e di meritare anche di restare qui; gli faccio i miei complimenti, mi sta stupendo”.

“Il girone di ritorno dello scorso anno? Vanno considerate anche tante dinamiche, quando vengono a mancare giocatori importanti come Inglese, Grassi e a volte anche Gervinho in una squadra questo si fa sentire; quest’anno la società sta operando per fare sì che nel momento in cui ci possano essere delle assenze questo non vada a discapito del rendimento della squadra. Chiaro che a volte inconsciamente dopo la vittoria di Udine si poteva pensare di aver già raggiunto il nostro obiettivo, ma questo ci è servito di lezione: la rosa a livello di qualità e di struttura sta crescendo”.

“Sotto l’aspetto offensivo il lavoro sul come occupare l’area è stato fatto anche l’anno scorso, stiamo cambiando qualcosina su come arriviamo in certe situazioni, ma è sempre importante quando si lavora sul campo l’interpretazione dei ragazzi, la convinzione che ci si mette nel fare le cose oppure no. Inglese è un giocatore importante, lo dimostra il fatto che lo cercavamo diverse squadre di Serie A. Sono felicissimo che sia arrivato, così come sono contento per Cornelius che oggi ha dimostrato di essere un ottimo giocatore; lo stesso Ceravolo si sta riprendendo dopo un periodo di difficoltà. Per un allenatore avere diverse possibilità è sempre un problema in termini positivi e questo inoltre porta a più intensità in allenamento, perchè si crea quella competizione che porta solo dei vantaggi verso la gara della domenica”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nascondevano otto chili di cocaina in un garage del San Leonardo: arrestato un pizzaiolo ed il suo complice

  • Parmense flagellato dal maltempo: allagamenti, crolli e disagi per la neve

  • Esce di strada in via Emilia sotto la pioggia a dirotto: gravissimo al Maggiore

  • Maltempo: allerta per piene dei fiumi e frane in Appennino

  • Usò il collare elettrico fino a provocare la morte del cane: condannato allevatore 47enne di Parma

  • Blitz contro l'Ndrangheta nel parmense: sequestrati 9 milioni di euro di beni a due imprenditori

Torna su
ParmaToday è in caricamento