Lazio-Parma 4-1 | Che tonfo, benedetta sosta

La squadra di Simone Inzaghi si dimostra superiore in ogni reparto. C'è partita fino al 21': Marusic apre, Luis Alberto con una doppietta e Lulic chiudono. Sprocati appena entrato rende meno amara la pillola

Correa e Rigoni - foto Ansa

Dal nostro inviato

ROMA – Questa volta la nota positiva non c’è. Dispiace che Sprocati abbia dovuto sbloccarsi nella giornata nera del Parma, nerissima per D’Aversa che nel giorno della centesima partita si becca quattro schiaffi dalla Lazio e viene espulso finendo per guardare la partita dalle scale dell’imbocco nello spogliatoio. Non c’è la nota positiva perché anche le altre, Sassuolo a parte, hanno fatto bottino pieno risicando punti al Parma che adesso è ancora a più nove dalla terzultima ma è chiamato a reagire in fretta. Il 4-3-3 di D’Aversa viene smontato subito, nel giro di una ventina di minuti, la Lazio fa le prove per il vantaggio trovandolo grazie a Marusic e Sepe, soprattutto.

Il Parma è andato a Roma ma ha deciso di fermarsi in albergo, senza andare all’Olimpico, stadio che resta nefasto per i crociati accompagnati da poco meno di 300 tifosi al seguito.

Nessuna sorpresa in formazione per il Parma di D’Aversa, costretto a fare i conti con assenze importanti soprattutto in mediana, dove si rivede Biabiany, apprezzato contro il Genoa ma che in mezza’ora fa capire che la giornata sarà tristemente ricordata per l’immobilità di un Parma mai in partita, che nel giro di 4’ riceve un destro (gol di Marusic) e un sinistro (rete di Luis Alberto su rigore) in pieno volto. Finisce ko senza saper reagire, inerme a terra incassa pure il terzo gettone e si parcheggia in campo al 38’, alzando bandiera bianca e spianando la strada a una Lazio che si diverte, prende palla e si distende negli spazi cercando di pungere in verticale. Scavalcata con troppa facilità la linea di mezzo, diventata preda da subito di una Lazio che con forza va ad arginare le timide affacciate del Parma e si prende campo, tempo e spazio per imporre la sua legge chiudendo la partita nel giro di 45’. Il colpo del ko lo assesta Lulic con un destro chirurgico che chiude un primo tempo da dimenticare per il Parma.

Nella ripresa è controllo pieno e la soddisfazione, l’unica di giornata per i crociati, la trova Sprocati che segna l’inutile 4-1. Troppa differenza tecnica, Lazio aiutata ad essere forte.

DIRETTA

IL TABELLINO 

LAZIO-PARMA 4-1

Marcatori: 21' Marusic (L), 25' Luis Alberto (rig) (L), 38' Luis Alberto (L), 44' Lulic (L), 77' Sprocati (P)

LAZIO-LOGO-2LAZIO (3-5-2): Strakosha; Patric, Acerbi, Radu; Marusic, Luis Alberto, Lucas Leiva (60' Cataldi), Milinkovic Savic, Lulic(76' Durmisi); Caicedo (66' Neto), Correa.  A disp: Proto, Wallace, Luiz Felipe, Quissanga, Durmisi, Romulo, Parolo, Badelj, Cataldi, Jordao, Neto, Capanni. All: Inzaghi

parma-logo-nuovo-2-2PARMA (4-3-3): Sepe; Iacoponi, Bruno Alves, Gagliolo, Dimarco; Kucka, Rigoni, Biabiany (70' Sprocati); Siligardi (57' Gazzola), Inglese (64' Ceravolo), Gervinho. A disp: Frattali, Brazao, Bastoni, Gazzola, Gobbi, Dezi, Diakhate, Machin, Ceravolo, Davordzie, Schiappacasse, Sprocati. All: D'Aversa

Arbitro: Sig. Banti di Livorno.

 

Segui la tua squadra in diretta streaming su DAZN.
Il primo mese è GRATIS!

Potrebbe interessarti

  • Formiche, i rimedi naturali per allontanarle da casa

  • I rimedi naturali per allontanare api, vespe e calabroni senza danneggiare l'ambiente

  • 'Io accolgo': il flash mob con le coperte termiche al Regio

  • I benefici di avere un animale domestico in casa, anche per i bambini

I più letti della settimana

  • Terrore a Traversetolo, autobus a zig zag: i passeggeri evitano la tragedia

  • Respiccio di Fornovo: 53enne muore mentre spegne un incendio

  • Tutte le tortellate di San Giovanni a Parma e provincia

  • Choc in Pilotta, violenza sessuale contro una ventenne: arrestato 28enne pachistano

  • Autobus impazzito a Traversetolo: l'autista è stato sospeso dal servizio

  • L'ombra delle corse clandestine dietro l'incidente a Traversetolo: "Sfrecciavano una attaccata all'altra"

Torna su
ParmaToday è in caricamento