Vigilia contro la Lazio, mister Marino: "Voglio una gara perfetta"

I gialloblu, reduci da due vittorie in altrettante partite, affronteranno la formazione di Reja al Tardini provando a sfruttare il buon momento. L'allenatore:"Non dobbiamo commettere l'errore di chiuderci in difesa, ma bisogna attaccare"

Il lavoro e il gruppo unito ci hanno permesso di respirare un po’ ma ora bisogna proseguire”. È sereno Marino, più tranquillo di qualche settimana  fa. Le due vittorie contro Samp e Bari gli hanno ridato il sorriso e aumentato l’autostima di una squadra che “ora lavora per  cercare di trovare continuità e non ricadere in certi errori”.

Domani al Tardini arriva la Lazio. “Affrontiamo una grande squadra - prosegue - che fino ad ora ha fatto un gran campionato! Noi? Lavoriamo bene, in gare come queste serve curare ogni aspetto! Cosa è cambiato rispetto a due settimane fa? La classifica. (ride ndr). A parte gli scherzi. Credo che la squadra abbia risposto bene, a parte qualche episodio come il Napoli. Il carattere e l’unione del gruppo hanno fatto la differenza”.

A caccia della partita perfetta dunque. “Sarà difficile ma dovremmo cercare di limitarli parecchio. Cercare di non farli giocare, visto che il loro centrocampo è pieno di piedi buoni. Ledesma ed Hernanes su tutti, aggredire ogni spazio, impedire le giocate di Zarate, Floccari, Mauri senza perdere la nostra fisionomia di gioco”.

“Non dobbiamo, però, commettere l’errore di rintanarci in difesa, ma cercare di attaccare, sbloccare la gara sarebbe vantaggioso per noi. Domenica a Bari ci siamo abbassati un po’ troppo, questo è un errore che non bisogna commettere. Non siamo stati in grado di amministrare la superiorità, soffrendo negli ultimi minuti con l’occasione di Raggi nel finale. Cosa è successo? Forse- dice Marino- la paura di vincere, lo sappiamo noi come ci si sente la sotto”.

Continuare su questa strada, battere il ferro finche è caldo. È questa la filosofia dell’allenatore gialloblù”. La squadra lavora per migliorarsi, vedo impegno in ogni giocatore. Non abbiamo risolto i problemi ma siamo sulla via giusta”. Capitolo infortunati: Valiani resta a riposo.” Dopo tre partite non al meglio abbiamo deciso di non rischiarlo. Giovinco e a disposizione, Bojinov sta bene. Si è allenato con il gruppo una volta sola, ma non preoccupa.”

Chiosa dedicata a Candreva, decisivo con il Bari. “Lui è importante per noi- dice Marino è un giocatore di qualità che sfrutta gli spazi, che si sacrifica. Bisogna lasciarlo libero di svariare senza assegnargli compiti pesanti. Lui con Marques e Giovinco più una punta? Si può”.

In vista della squalifica di Paletta, Marino dovrebbe riproporre Paci, con Gobbi in mezzo e Crespo tra Candreva e Marques che, nonostante un lieve affaticamento, dovrebbe essere della partita.

I PRECEDENTI

Nell'ultimo confronto al Tardini vinsero i biancocelesti per 2-0. Parma e Lazio, tra Serie A e Serie B, si ritrovano di fronte in campionato per la 47.a volta nella storia. Il bilancio dei precedenti 46 confronti diretti (i primi 8 disputati in Serie B, successivi 38 in Serie A) è leggermente in favore della compagine capitolina che ha conseguito 15 successi (14 in A, uno in B) a fronte di 14 sconfitte (13 in A, uno in B). Il risultato di parità si è registrato in 17 circostanze (11 in A, 6 in B).

IN CASA DEL PARMA
Il Parma, tra Serie A e Serie B, ospita la Lazio in campionato per la 24.a volta nella storia. Il bilancio delle 23 precedenti sfide emiliane (19 disputate in Serie A, 4 in Serie B) è favorevole ai padroni di casa che hanno conseguito 10 successi (tutti in A) a fronte di 5 sconfitte (tutte nella massima serie). Un risultato di parità, registratosi in 8 circostanze (4 in A, 4 in B), ha caratterizzato il confronto diretto andato in scena al Tardini il 6 aprile 2008: Parma e Lazio chiusero sul 2-2 un match valido per la 32.a giornata del campionato di Serie A 2007/08. I gialloblu, passati in vantaggio al 17’ con Budan subirono il ritorno della compagine capitolina a segno con Pandev (35’) e Bianchi (38’) ma riuscirono a pervenire al pareggio grazie ad una rete di Paci al 43’.
L’affermazione interna più recente del Parma è datata 24 ottobre 2004: i gialloblu prevalsero per 3-1 in un incontro valevole per la settima giornata del campionato di Serie A 2004/05. Alle reti siglate da Marchionni (16’), Bresciano (27’) e Gilardino (64’) gli ospiti contrapposero soltanto un centro di Rocchi (37’) per il provvisorio 2-1.
Il successo esterno più vicino nel tempo ottenuto dalla Lazio è legato al 24° turno del campionato di Serie A 2009/10: il 12 febbraio 2010 i biancocelesti s’imposero per 2-0 con le realizzazioni di Stendardo (68’) e Zarate (88’).

PROBABILI FORMAZIONI

PARMA  4-3-3

Mirante; Zaccardo, Paci, A. Lucarelli, Antonelli; Morrone, Dzemaili, Gobbi; Marques, Crespo, Candreva. A disp.Pavarini, Dellafiore, Pisano, Valiani, Angelo, Giovinco, Bojinov. All.: Marino

LAZIO  4-2-3-1

Muslera; Lichtsteiner, Biava, Dias, Radu; Brocchi, Ledesma; Hernanes, Floccari, Mauri; Zarate.
A disp. Berni, Garrido, Diakité, Matuzalem, Foggia, Bresciano, Rocchi. All.: Reja.

ARBITRO: Sig. Nicola Rizzoli di Bologna

Assistenti: Sigg. Tonolini-De Luca

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Rapina una donna in piazzale Pablo: 19enne gambiano lo insegue e lo fa arrestare

  • Coltellate sul Frecciarossa, sotto choc il parmigiano che ha difeso la donna: " Usata una cinta per fermare l'emorragia"

  • C'è un'altra Parma sotto terra

  • "L'ho sentita urlare e sono intervenuto. Così ho fermato lo scippatore"

  • Truffa del Postamat, la maxi indagine riguarda anche Parma

  • Chiamavano i clienti per offrirgli la droga: arrestati tre pusher

Torna su
ParmaToday è in caricamento