Parma, Caputo aspetta: ma tu che fai?

Tra certezze (16 gol in 38 partite) e dubbi (come si sposa con Gervinho?) il giocatore piace a mezza Serie A

Iacoponi contro Caputo - foto Ansa

E’ uno degli attaccanti più richiesti da mezza Serie A, il suo nome viaggia che è una bellezza nel panorama delle medio-piccole. Il vento soffia su Ciccio Caputo e lo spinge da Genova a Sassuolo, passando per Ferrara, arrivando a Empoli e Cagliari, fino a toccare Parma, la squadra che – secondo indiscrezioni raccolte da ParmaToday.it – l’attaccante gradirebbe maggiormente. Quello che pare certo è che i suoi 16 centri stagionali lo spingeranno lontano dalla Toscana, e che probabilmente si scatenerà una specie di asta sulla punta che conosce bene Daniele Faggiano, suo principale sponsor in un Parma che sta cercando per ora di monitorare la situazione senza affondare il colpo con decisione. E a questo punto sorge spontanea una domanda: il Parma vuole veramente Ciccio Caputo?

Il fatto che Caputo abbia espresso un eventuale gradimento per Parma non vuol dire che automaticamente questo gradimento venga contraccambiato. Prendere Caputo oggi, probabilmente, potrebbe equivalere a mettersi in casa un ‘problema’ di natura tattica. Nel senso che il modo di giocare di Roberto D’Aversa presuppone che il suo terminale offensivo sia una punta ‘pesante’ come Inglese, tecnica sì, ma che sia in grado di giocare di sponda, spalle alla porta, capace di mandare in area i compagni catalizzando su di sé le attenzioni scomode dei difensori e che attacchi con forza sulle palle tagliate dagli esterni a piede invertito. Insomma, l’attaccante perfetto per il 4-3-3.

Caputo è un giocatore diverso da Inglese. Una prima punta, che all’occorrenza sa fare anche la seconda. Non l’esterno, ma sicuramente uno che viene a giocare dentro al campo (per dirla alla Spalletti) che cuce e scuce, fa una grande fase difensiva e sa fare gol, attaccando la profondità e prediligendo più un gioco palla a terra. Con Caputo in campo ci vorrebbe un’altra punta vicino: Gervinho riuscirebbe a brillare allo stesso modo? Oscurare la stella più luminosa di cui dispone attualmente il Parma sarebbe rischioso. Per questo Faggiano, su ordine del suo tecnico, starebbe provando a trattare il ritorno di Roberto Inglese, monitorando nello stesso tempo la pista che porterebbe al suo pupillo. L’assalto eventualmente potrebbe partire da luglio in avanti. Sempre ammesso che il Napoli non se ne disfi prima. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Truffa del Postamat, la maxi indagine riguarda anche Parma

  • Chiamavano i clienti per offrirgli la droga: arrestati tre pusher

  • Pioggia e vento, allerta gialla nel parmense: week end con temperature in discesa

  • Un uomo minaccia di lanciarsi dal viadotto: fermato all'altezza di Fontevivo

  • Inciampa, cade e viene attaccata dai rottweiler del figlio

  • Scatta l'obbligo di gomme da neve sulle strade provinciali

Torna su
ParmaToday è in caricamento